Ho aperto la porta del mio cuore e ho accolto il ritorno del Signore

di Yongyuan, Stati Uniti

Nel novembre del 1982 tutta la nostra famiglia è emigrata negli Stati Uniti. Avevamo tutti fede nel Signore sin dalla generazione di mio nonno, così, appena arrivati negli Stati Uniti, abbiamo trovato una chiesa cinese nel quartiere di Chinatown, a New York, dove partecipare alla Messa. Non ne avevamo mai persa una, e mia madre e mia sorella erano particolarmente solerti nel leggere le Scritture ogni volta che avevano tempo per cercare la benedizione e la protezione di Dio. Il sacerdote diceva spesso: “Quando il Signore verrà, giudicherà pubblicamente e dividerà in categorie: coloro che si pentono davvero, si confessano e praticano la loro fede potranno andare in paradiso; coloro che commettono peccati minori e non gravi, soffriranno il tormento del purgatorio, ma saranno comunque in grado di essere salvati e di ascendere al cielo; coloro che non credono in Dio o commettono peccati troppo gravi subiranno la punizione dell’inferno”. Queste parole hanno lasciato una profonda impressione nel mio cuore, come se vi fossero state marchiate a fuoco. Mi hanno spronato a credere in Dio con entusiasmo e, per quanto potessi aver da fare, non ho mai saltato una Messa.

Poi, in un batter d’occhio, siamo arrivati al 2014. Un giorno, un parrocchiano mi ha detto all’improvviso: “Tua sorella ora crede in Dio Onnipotente…” e ha aggiunto molte altre cose, diffamando e condannando Dio Onnipotente e La Chiesa di Dio Onnipotente. Sentendo questa notizia inaspettata, ho provato una forte ansia, preoccupata che mia sorella avesse preso una strada sbagliata. La notizia che mia sorella aveva accettato l’opera di Dio Onnipotente negli ultimi giorni si è diffusa rapidamente in tutta la Chiesa. Il sacerdote mi ha esortato a tenere le distanze da lei, e ci sono stati anche diversi altri membri della Chiesa che hanno fatto molti commenti in mia presenza, calunniando e condannando Dio Onnipotente. Dopo che il padre e altri parrocchiani mi hanno generosamente “aiutato”, ho cominciato a credere alle loro parole e ho concluso che mia sorella aveva preso una via sbagliata. Ho detto al padre e ai parrocchiani che non le avrei più dato ascolto e che, se avessi avuto l’opportunità, l’avrei ricondotta all’ovile perché potesse pentirsi dinanzi al Signore. Appena tornata a casa ho chiamato i miei fratelli, che mi hanno subito appoggiata: tutti insieme, abbiamo cercato di persuadere mia sorella. Lei, però, non solo è rimasta ferma nella sua fede in Dio Onnipotente, ma ci ha anche testimoniato che Dio Onnipotente è il Signore ritornato. Ha provato a convincerci ad accettare l’opera di Dio negli ultimi giorni affinché non perdessimo la nostra opportunità di ottenere la salvezza di Dio. Ma il mio cuore era già pieno di idee negative instillatemi dal padre e dai parrocchiani. Per quanto mia sorella condividesse con me o recasse testimonianza, io semplicemente non volevo ascoltarla.

In seguito, mia madre e io abbiamo avuto diverse discussioni con lei a causa della sua fede in Dio Onnipotente, ma qualunque cosa dicesse mia sorella, io continuavo a credere al padre e alle dicerie che avevo letto su Internet, senza mai avere il coraggio di cercare o indagare l’opera di Dio Onnipotente. Non c’era mai alcuna soluzione alle nostre discussioni, ma mi sono accorta che mia madre cominciava gradualmente a concordare con quanto mia sorella condivideva e testimoniava. Anzi, aveva costituito un “fronte unito” con mia sorella e alla fine ha accettato l’opera di Dio Onnipotente negli ultimi giorni. A quel punto, ho iniziato a preoccuparmi. Se le cose stavano realmente come il padre e i parrocchiani sostenevano, cosa sarebbe capitato alla mia famiglia? Disperata, sono andata a trovare Sorella Qianhe, che era in buoni rapporti sia con me che con mia sorella, e l’ho convinta a cercare di dissuadere mia madre e mia sorella. Non solo non è riuscita nell’intento, ma è arrivata a sua volta a credere in Dio Onnipotente. Ero davvero sconcertata: Sorella Qianhe era una persona retta, entusiasta nella sua ricerca, allora come mai non era riuscita a dissuaderle e invece si era convinta a credere in Dio Onnipotente? La parola di Dio Onnipotente era davvero così potente? Possibile che la parola di Dio Onnipotente fornisse sul serio nutrimento per la vita umana? Nondimeno, appena ripensavo alle parole del padre e dei parrocchiani che attaccavano Dio Onnipotente e alle espressioni di resistenza e di condanna alla Chiesa di Dio Onnipotente che avevo letto online, ecco che la paura tornava ad attanagliarmi il cuore e io evitavo ogni contatto con loro. Andavo raramente a trovare mia madre. Erano solo visite occasionali che concludevo in fretta, rifiutandomi di ascoltare la condivisione di mia madre e mia sorella. Questa “guerra fredda” è andata avanti per un anno e mezzo.

Un giorno di marzo del 2016 ho saputo che anche alcuni membri autorevoli della Chiesa era andati a dissuadere mia sorella, così ho voluto appurare di persona se avesse cambiato atteggiamento o meno. Quando l’ho vista, le ho chiesto qual era il suo pensiero. Mi ha risposto: “Sto seguendo i passi dell’Agnello e confermo che la via di Dio Onnipotente è la vera via. Dio Onnipotente è il Signore ritornato e io non mi allontanerò da Lui per nulla al mondo”. Lo sguardo fermo di mia sorella e la sua risposta sicura e risonante hanno fatto vacillare il mio cuore e destato la mia curiosità. Ho pensato: tra i credenti della nostra famiglia, mia sorella era la più fervida cercatrice, e all’interno della chiesa anche Sorella Qianhe era una persona che andava alla ricerca e possedeva discernimento. Anche mia madre aveva sempre avuto una fede salda nel Signore. E ora credevano tutte in Dio Onnipotente, e da quando Lo seguivano la loro fede era aumentata ancora di più. Parlavano con una comprensione sempre più profonda e nessuno riusciva a farle vacillare o a contestarle. Quale forza permetteva loro di mantenere una fede simile di fronte all’opposizione di tanti? Forse l’opera di Dio Onnipotente negli ultimi giorni era davvero la vera via? Dio Onnipotente poteva essere davvero la seconda venuta del Signore? Erano passati quasi due anni da quando mia sorella, Sorella Qianhe e mia madre avevano accettato l’opera di Dio Onnipotente, ma quando ho visto che tutto procedeva tranquillamente nella loro vita ho capito che l’allarmismo e le tattiche intimidatorie del padre e quel che avevo letto online non si erano avverati nel loro caso… Con questa consapevolezza, il mio cuore si è placato un po’ e anch’io ho voluto indagare la parola e l’opera di Dio Onnipotente. Ho messo al corrente mia sorella, e lei ne è stata molto contenta e mi ha invitato a casa di mia madre dove una sorella della Chiesa di Dio Onnipotente avrebbe potuto condividere con me e rendere testimonianza all’opera di Dio Onnipotente negli ultimi giorni.

Quel fine settimana sono andata in auto a casa di mia madre. Mia sorella, Sorella Qianhe e Zhang Xiao, una sorella della Chiesa di Dio Onnipotente, erano già lì. Sorella Qianhe era stata particolarmente felice di sentire che volevo cercare e investigare. Ha condiviso con me: “La ragione principale della venuta di Dio negli ultimi giorni è esprimere la parola e compiere l’opera di giudizio e di purificazione delle persone al fine di salvarci dalla schiavitù del peccato. Al momento, quanti sono nell’Età della Grazia vivono secondo un ciclo nel quale commettono e poi confessano peccati al padre. Anche se perseveriamo nel partecipare alla Messa e nel leggere le Scritture, oltre a confessarci al padre, continuiamo comunque a mentire e a ingannare e a vivere nelle nostre indoli corrotte di arroganza, avidità ed egoismo. Nostro malgrado, commettiamo peccati e resistiamo a Dio, e non c’è nessuno che sia capace di liberarsi dalla schiavitù di questa natura peccaminosa, né qualcuno in grado di ottenere purezza e santità contando sulla confessione e il pentimento. Ecco perché dobbiamo comunque accettare l’opera di giudizio e di purificazione delle persone che Dio è venuto a compiere negli ultimi giorni. Solo in questo modo possiamo liberarci completamente dalla schiavitù del peccato, essere purificati e trasformati, e ottenere la salvezza da Dio”. Sentendo questo, ho domandato perplessa: “Il padre dice sempre: ‘Se le persone commettono peccati minori, quando il Signore tornerà per giudicarle pubblicamente, esse saranno in grado di ascendere al cielo quando avranno completato la loro espiazione in purgatorio. Coloro che commettono peccati gravi andranno dritti all’inferno e saranno puniti’. Come puoi dire che l’opera di giudizio che Dio compirà al Suo ritorno è volta a purificare e salvare le persone?” Sorella Qianhe ha risposto: “Anche io credevo alle parole del padre e avevo le tue stesse nozioni riguardo al modo in cui il Signore ritornerà per compiere l’opera di giudizio. Ma pensandoci ora, quel che dice il padre è davvero in accordo con la Bibbia? Si basa sulla parola di Dio? Il Signore Gesù ha detto che esiste un purgatorio? Ha mai detto che le persone che commettono peccati minori potranno ascendere al cielo dopo aver espiato nel purgatorio e che soltanto coloro che commettono peccati gravi andranno all’inferno? No di certo! Allora da dove vengono queste affermazioni? Evidentemente sono frutto delle nozioni e delle fantasie della gente, sono soltanto speculazioni e congetture dell’uomo. Non concordano affatto con le parole di Dio, né con la realtà della Sua opera. A che scopo sostenerle?” Ascoltando la sua condivisione, ho annuito in silenzio. Ha proseguito: “Al momento, tutti noi siamo pieni di peccato, e non c’è nessuno che sia puro. In base a quel che ha detto il padre, quando il Signore ritornerà per giudicare pubblicamente tutte le persone, coloro che hanno commesso peccati minori andranno in purgatorio, mentre coloro che ne hanno commessi di gravi andranno all’inferno. Se fosse così, non saremmo tutti condannati a subire la punizione dell’inferno? L’opera di Dio per salvare l’umanità non sarebbe allora del tutto inutile? Che senso ci sarebbe nella venuta del Signore?” Quel che la sorella ha condiviso mi ha toccato il cuore. È vero; anche se crediamo in Dio, se non facciamo altro che commettere peccati e poi confessarli, nessuno di noi sarà purificato. In realtà, nessuno sarà degno di vedere Dio, e se Dio è venuto a giudicare, condannare e punire pubblicamente le persone, allora tutti dovranno andare all’inferno. Nessuno potrebbe ottenere la salvezza… Soltanto allora mi sono resa conto di quanto fossero irrealistiche le parole “quando il Signora verrà di nuovo a giudicare pubblicamente tutte le persone, coloro che hanno commesso peccati gravi andranno direttamente all’inferno, mentre coloro che ne hanno commessi di minori andranno nel purgatorio, e dopo aver espiato completamente ascenderanno al cielo”. Non è affatto in accordo con la volontà di Dio di salvare l’umanità. Poi Sorella Qianhe ha proposto: “Riguardo all’opera di giudizio di Dio negli ultimi giorni, diamo un’occhiata a come è descritta nella parola di Dio Onnipotnete! Egli dice: ‘Dio non è venuto per uccidere o per distruggere, bensì per giudicare, maledire, castigare e salvare. Prima della conclusione dei 6.000 anni del Suo piano di gestione, prima che Egli renda manifesta la fine di ogni categoria umana, l’opera di Dio sulla terra è in vista della salvezza, è interamente destinata a rendere del tutto completi coloro che Lo amano e a ricondurli sotto la Sua autorità. Indipendentemente dal modo in cui Dio salva le persone, tutto viene compiuto facendo sì che si distacchino dalla loro vecchia natura satanica; cioè, Dio salva le persone facendo in modo che ricerchino la vita. Se non ricercano la vita, non avranno nessuna possibilità di accettare la salvezza di Dio’ (“Dovreste mettere da parte le benedizioni della posizione e comprendere la volontà di Dio per la salvezza dell’uomo” in “La Parola appare nella carne”). ‘Durante gli ultimi giorni, Cristo utilizza una serie di verità per insegnare all’uomo, rivelarne l’essenza e analizzare le sue parole e le sue azioni. Queste parole comprendono diverse verità, quali il dovere dell’uomo, come l’uomo dovrebbe obbedire a Dio, come dovrebbe esserGli fedele, come dovrebbe vivere la normale umanità, così come la saggezza e l’indole di Dio, e così via. Queste parole sono tutte dirette all’essenza dell’uomo e alla sua indole corrotta. In particolare, le parole che rivelano come l’uomo rifiuta Dio vengono pronunciate a proposito di come l’uomo sia la personificazione di Satana e una forza nemica di Dio. Quando Dio comincia l’opera di giudizio, Egli non Si limita semplicemente a chiarire la natura dell’uomo solo con poche parole, ma compie la rivelazione, il trattamento e la potatura a lungo termine. Tale metodo di rivelazione, di trattamento e di potatura non può essere sostituito con parole ordinarie, ma con la verità che l’uomo non possiede affatto. Solo tale modo di lavoro viene considerato giudizio; solamente attraverso tale giudizio l’uomo può essere assoggettato, pienamente convinto a sottomettersi a Dio e inoltre può ottenere la vera conoscenza di Dio. Ciò che l’opera di giudizio realizza è la comprensione da parte dell’uomo del vero volto di Dio e la verità riguardo alla sua ribellione. L’opera di giudizio permette all’uomo di ottenere molta comprensione della volontà di Dio, dello scopo della Sua opera e dei misteri che non possono essere compresi dall’uomo. Inoltre, consente all’uomo di riconoscere e conoscere la sua sostanza corrotta e le radici della sua corruzione, come pure di scoprire la sua bruttezza. Questi effetti si realizzano tutti tramite l’opera di giudizio, perché la sua sostanza è di fatto l’opera di svelare la verità, la via e la vita di Dio a tutti coloro che hanno fede in Lui. Quest’opera è l’opera di giudizio svolta da Dio’ (“Cristo compie l’opera di giudizio attraverso la verità” in “La Parola appare nella carne”)”.

Dopo aver letto la parola di Dio, Sorella Zhang Xiao ha tenuto una condivisione, dicendo: “La parola di Dio Onnipotente chiarisce totalmente il significato dell’opera di giudizio negli ultimi giorni, la natura esatta del giudizio e gli esiti dell’opera di giudizio tra gli uomini. L’opera di giudizio di Dio non è distruggere o punire le persone come nelle nostre nozioni e fantasie. Invece, tale opera si avvale della parola per rivelare i pensieri, i discorsi e le azioni delle persone, per estirpare la nostra natura satanica profondamente radicata e le nostre indoli corrotte che resistono a Dio. Ci permette di prendere atto della verità della nostra corruzione da parte di Satana, consentendoci allo stesso tempo di conoscere l’indole santa e giusta di Dio. Quando arriviamo a comprendere queste cose, cominciamo a odiare noi stessi, e ciò produce vero pentimento e un cuore sincero che venera e rispetta Dio. Tramite il giudizio della parola di Dio possiamo capire meglio e ottenere l’accesso alla verità, e naturalmente vivere basandoci su di essa. In questo modo, qualsiasi elemento satanico sia racchiuso dentro di noi sarà gradualmente eliminato, e riusciremo a essere in armonia con Dio. Da quel momento in poi non ci ribelleremo più a Dio né Gli resisteremo, ma saremo in grado di obbedirGli realmente: soltanto questo significa ottenere la salvezza. Una volta corrotti da Satana, non abbiamo più la parvenza di un essere umano e perdiamo la coscienza e la ragionevolezza che dovrebbe possedere una persona vera. Invece, siamo pieni di arroganza, presunzione, egoismo e altri aspetti di un’indole satanica. I nostri atteggiamenti e nozioni nei confronti delle cose non sono più compatibili con Dio. Ad esempio: quando ci troviamo di fronte all’opera di giudizio di Dio negli ultimi giorni, tutti accettiamo cose diverse e tutti ci aggrappiamo alle nostre personali nozioni senza tener conto se vi sia una base nella parola di Dio. Non cerchiamo la Sua volontà, e crediamo invece ciecamente che il nostro modo di pensare sia corretto. Quando l’opera di Dio non si conforma alle nostre nozioni e fantasie, esprimiamo il nostro giudizio su Dio, e Lo rifiutiamo, Lo attacchiamo, Lo condanniamo. Questo è il risultato della nostra indole arrogante. Con una simile natura satanica, siamo tutti fin troppo inclini a resistere a Dio, perciò abbiamo urgente bisogno che Dio venga a compiere una fase dell’opera di giudizio e che purifichi e trasformi la nostra indole satanica. Senza il Suo intervento, nessuno sarà in grado di liberarsi dalla corruzione e di ottenere la salvezza”.

Dopo aver ascoltato la parola di Dio Onnipotente e la condivisione di questa sorella, ho sentito i dubbi dissiparsi nel mio cuore e ogni tassello trovare la giusta collocazione. Sebbene ci fossero alcune cose che non capivo del tutto, ho percepito comunque la saggezza contenuta nell’opera di Dio, così come la grandezza del Suo amore per l’uomo. In passato, quando si trattava della venuta di Dio per giudicare l’umanità, pensavo che le persone sarebbero andate all’inferno o avrebbero sofferto i tormenti del purgatorio. In realtà, l’opera di giudizio di Dio non è affatto come l’abbiamo immaginata; piuttosto, è Dio che viene nella carne per esprimere concretamente la verità e compiere l’opera di giudizio. È così che Egli purifica e salva le persone. L’opera di giudizio di Dio è davvero piena di significato. È proprio ciò di cui l’umanità corrotta ha bisogno!

Mentre stavo ascoltando tutto ciò con vivo interesse, mio marito mi ha chiamata all’improvviso per dirmi che gli serviva la macchina. Vedendo che questa volta ero riuscita ad ascoltare fino in fondo, proprio quando stavo per andarmene mia madre mi ha dato un libro intitolato “Il libro aperto dall’Agnello” e ha detto che le parole in esso racchiuse erano la voce di Dio Stesso. Mi ha anche consigliato fortemente di leggere la parola di Dio Onnipotente. Dopo essere tornata a casa, leggevo quel libro ogni volta che avevo tempo. Leggendo la parola di Dio Onnipotente ho capito molte verità e acquisito una discreta conoscenza. Allo stesso tempo, ho anche sperimentato come Dio scruti nel profondo dell’animo umano. Ogni parola di Dio Onnipotente mi trafiggeva il cuore, rivelando la mia intima natura corrotta. A volte, notando come la parola di Dio riveli la nostra corruzione, percepivo quanto Egli la detesti in modo particolare. Sembrava che Dio stesse esprimendo la Sua collera verso di noi, e il mio cuore intorpidito e insensibile ne è stato subito scosso. Ho sviluppato un timore reverenziale verso Dio nel mio cuore e non sono più stata come prima, quando commettevo peccati senza alcuna paura. Attraverso numerose esperienze e con l’illuminazione e la guida delle parole di Dio, ho capito che l’opera di giudizio di Dio Onnipotente può davvero salvare le persone dal peccato e permettere loro di liberarsene. Come sono concrete l’opera e le parole di Dio! Ho provato grande rimorso pensando a come avevo opposto resistenza all’opera di Dio degli ultimi giorni nel corso degli ultimi due anni. Mi sono detestata per la mia stupidità e ignoranza, per non aver cercato di comprendere o di approfondire una questione così fondamentale come la seconda venuta del Signore. Invece, avevo ascoltato ciecamente quelle dicerie, avevo chiuso fuori Dio, Lo aveva condannato e avversato. Mi ero quasi persa la salvezza del Signore negli ultimi giorni. Com’ero stata cieca! Ho visto chiaramente che le calunnie, i giudizi e le bestemmie contro Dio Onnipotente e la diffamazione della Chiesa di Dio Onnipotente erano tutti mere falsità provenienti da Satana. Sono trucchi usati da Satana soprattutto per confondere e irretire le persone, e impedire loro di accettare l’opera di Dio negli ultimi giorni. Non crederò più nelle falsità di Satana. Qualsiasi cosa incontrerò o sentirò in futuro, giudicherò cosa è giusto e cosa è sbagliato secondo la parola di Dio e la realtà. Non ascolterò più le menzogne e gli inganni di Satana: solo agendo così si può essere in accordo con la volontà di Dio. Tenendo presente questo, ringrazio sinceramente Dio Onnipotente per la misericordia e la salvezza che mi ha riservato. Dio non ha rinunciato a salvarmi a causa della mia ribellione e resistenza, ma ha continuato a disporre affinché le persone mi predicassero il Vangelo e mi riconducessero nella casa di Dio. Com’è grande l’amore di Dio! Ogni volta che ascolto le parole del video musicale “Canto di un sincero attaccamento” che dicono: “Esiste un Unico Dio incarnato. Tutto ciò che Egli dice, tutto ciò che fa, è la verità. Amo molto la Sua giustizia, la Sua saggezza. VederLo e obbedirGli sono davvero una benedizione”, il mio cuore ne è particolarmente commosso e ispirato. Sento quanto sono fortunata ad accogliere il ritorno del Signore e a ricevere la parola di Dio in modo diretto. È davvero una grande benedizione!

In seguito ho cominciato a prendere parte alla vita della Chiesa di Dio Onnipotente. I fratelli e le sorelle cantano inni, danzano e rendono lode a Dio insieme. Leggono la parola di Dio, e se c’è una qualsiasi corruzione da rivelare, aprono i loro cuori e fanno una condivisione sul problema. Ognuno discute della propria conoscenza ed esperienza della parola di Dio e cerca un percorso di pratica e di accesso. Questo tipo di vita nella Chiesa è particolarmente liberatorio e io ne traggo grande nutrimento. Mi sono resa conto davvero che solo una Chiesa in cui lo Spirito Santo è all’opera può essere la casa di Dio. Il mio posto è qui. Adesso sono assolutamente convinta che Dio Onnipotente è la seconda venuta del Signore, e sono decisa a seguire Dio Onnipotente sino alla fine!

Contenuti correlati

  • Liberarsi dalla trappola delle dicerie

    di Xiaoyun, Cina Ero un ufficiale dell’esercito. Un giorno del 1999, un pastore coreano mi ha predicato il Vangelo del Signore Gesù. Per lo zelo con c…

  • Fuggire dalla “Tana della tigre”

    di Xiaoyou, Cina Mi chiamo Xiaoyou, ventisei anni quest’anno. In origine ero cattolica. Quando ero piccola andavo in chiesa con mia madre per partecip…

  • Il risveglio di uno spirito ingannato

    Nacqui in una piccola cittadina nel nord della Cina. Nel 2010 seguii i miei familiari in Brasile. Lì feci la conoscenza di un amico cristiano. Mi portava in chiesa ad ascoltare i sermoni. Ma, nelle tre occasioni in cui ci andai, non assimilai mai nulla. In seguito, poiché il mio lavoro mi impegnava molto, non tornai in chiesa fino a un giorno del 2015, quando il mio amico mi ci riportò.

  • Turbamenti causati dalla diceria del “28 maggio” (Parte 2)

    Xingwu, Francia Cercando la verità dei fatti, capii chiaramente perché il PCC tentasse di addossare la colpa alla Chiesa di Dio Onnipotente In seguit…