Dopo aver compreso la verità del discernimento del vero Cristo dai falsi cristi, non alzo più ciecamente la guardia

di Xiangwang, Malesia

Fin da piccola ho seguito mia madre, diacono della Chiesa e catechista, nella fede nel Signore. Partecipavo spesso alle riunioni e leggevo la Bibbia con lei e, crescendo, sono passata dal gruppo dei bambini a quello degli adolescenti.

Il pastore responsabile di tenere i sermoni al gruppo degli adolescenti era un dottore in teologia. Spesso ci diceva che essere un pastore non era semplice e che senza l’ispirazione dello Spirito Santo era molto difficile perseverare nell’attività dell’ufficio pastorale. Così noi lo idolatravamo, credendolo una persona da cui Dio traeva diletto e che riceveva l’ispirazione dallo Spirito Santo. Quando predicava a noi, usava spesso due versetti della Bibbia: “Allora, se qualcuno vi dice: ‘Il Cristo eccolo qui, eccolo là’, non credeteci; perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti e faranno segni e prodigi per sedurre, se fosse possibile, anche gli eletti” (Marco 13:21-22). Ci diceva che negli ultimi giorni sarebbero comparsi molti falsi cristi e ci esortava a fare sempre attenzione e a non andare ad ascoltare sermoni altrui a caso. Specialmente per quelli di noi che non avevano ancora solide basi nella Bibbia e possedevano una levatura troppo scarsa, diceva, era meglio non ascoltare, leggere o esaminare alcun sermone predicato da qualcuno appartenente a un’altra confessione, in modo da evitare di essere ingannati.

Oltre a ciò, il pastore menzionava spesso determinate Chiese che dovevamo assolutamente evitare a tutti i costi, incluso il Lampo da Levante, e ci ha riferito alcune delle pubblicità negative che circolavano sul Lampo da Levante. Dopo averle ascoltate, i membri del mio gruppo hanno detto tutti che avrebbero evitato quella Chiesa. Il pastore ci predicava spesso che, se avessimo letto spesso la Bibbia, se avessimo continuato a partecipare come di consueto alle riunioni e a praticare regolarmente le devozioni spirituali, se avessimo confessato i nostri peccati pentendoci dinanzi al Signore ogni giorno e se fossimo stati sempre pazientemente vigili, allora, alla venuta del Signore, saremmo stati rapiti nel Regno celeste. Io credevo fortemente in quel che diceva, non osavo andare ad ascoltare a caso sermoni predicati in altre Chiese e agivo in perfetta conformità con le istruzioni del pastore. Come tale, sentivo di essermi già assicurata un posto tra coloro che attendevano il ritorno del Signore.

Un giorno di agosto del 2017, Fratello Hu, un membro della nostra Chiesa, è venuto all’improvviso a farmi visita a scuola e mi ha detto in tono molto serio: “Devo dirti una cosa molto grave. Sembra che tua madre e tua sorella ora credano nel Lampo da Levante”. Sono rimasta sbalordita a questa notizia e ho pensato tra me e me: “Il pastore non ci ha sempre esortato a non avere nulla a che fare con il Lampo da Levante? Come ha potuto mamma cominciare a crederci?” Fratello Hu mi ha poi riferito alcune pubblicità negative riguardo al Lampo da Levante, e più lo ascoltavo, più ero spaventata e in preda al panico. Non riuscivo a smettere di pensare: “Cosa posso fare? Cosa posso fare?” Proprio in quel momento, Fratello Hu ha concluso: “Corri a casa e chiedi a tua madre se ha davvero cominciato a credere nel Lampo da Levante. Ma quando glielo chiedi, fingi di non sapere nulla. Prima ascolta cosa avrà da dire e poi mi darai un resoconto della vostra conversazione”. Temendo che mamma avesse preso una strada sbagliata, ho acconsentito.

Com’era prevedibile, appena sono rientrata a casa mia madre mi ha detto che il Signore Gesù era tornato come Dio Onnipotente e che, negli ultimi giorni, Dio Onnipotente stava pronunciando molte parole e compiendo l’opera di giudizio a cominciare dalla casa di Dio, al fine di purificare e cambiare l’uomo e salvarlo completamente dalla schiavitù del peccato. Ha proseguito dicendo che quella era l’ultima fase dell’opera di Dio per salvare l’umanità e che, se l’avessimo persa, non avremmo avuto un’altra possibilità di essere salvati. Sperava che anche io mi sarei affrettata a esaminare l’opera di Dio degli ultimi giorni e a partecipare a una riunione con La Chiesa di Dio Onnipotente. Appena ho sentito questo, ho pensato subito alla pubblicità negativa riguardo al Lampo da Levante di cui mi aveva parlato Fratello Hu e ho provato una forte avversione per quel che mi stava dicendo. Ma poiché dovevo riferire la nostra conversazione, ho soffocato i miei sentimenti e ho continuato ad ascoltarla.

L’indomani mia madre mi ha chiesto di andare online per seguire un incontro con le persone della Chiesa di Dio Onnipotente, ma io l’ho subito interrotta, dicendo: “Mamma, non parteciperò ai loro incontri, e anche tu non dovresti più farlo. Sembri sempre più propensa ad accettare il loro credo”. Mamma ha replicato gentilmente: “Da quando partecipo alle riunioni e alle condivisioni con i fratelli e le sorelle della Chiesa di Dio Onnipotente, ho acquisito una nuova percezione e comprensione delle parole di Dio nella Bibbia, e nel mio cuore ho la certezza che le loro condivisioni siano piene di luce e nascano dalla rivelazione dello Spirito Santo. Inoltre, le parole di Dio Onnipotente hanno risolto molta della mia confusione, e io sono assolutamente certa che La Chiesa di Dio Onnipotente possieda senza dubbio l’opera dello Spirito Santo e che le parole espresse da Dio Onnipotente siano la verità…” A quel punto la mia mente era piena di nozioni sul Lampo da Levante e io semplicemente non riuscivo ad accettare nulla di quel che mia madre diceva. Poi sono andata online per mostrare a mia madre un po’ della pubblicità negativa riguardo al Lampo da Levante di cui mi aveva parlato Fratello Hu. “Vedi, mamma?” ho detto. “È tutto esposto chiaramente qui in Internet, e anche il nostro pastore ci dice spesso di non prendere in esame il Lampo da Levante. Ti prego, dimmi che da ora in poi non avrai più nulla a che fare con loro”.

Mia madre non ha guardato la pubblicità negativa e ha semplicemente continuato a parlarmi in tono paziente. “Mia cara figliola, il governo comunista cinese è un organismo ateo che disdegna la manifestazione e l’opera di Dio e disprezza chiunque abbia una credenza religiosa. In Cina, il protestantesimo e il cattolicesimo sono condannati dal governo del PCC come sette, e la Bibbia è condannata in quanto libro settario, con un numero infinito di copie bruciate o distrutte, e adesso ne è anche vietata la vendita in Cina. Molti protestanti e cattolici sono stati arrestati, perseguitati e imprigionati dal governo del PCC, e alcuni sono stati persino menomati o uccisi. Gruppi internazionali per la difesa dei diritti umani e nazioni occidentali hanno denunciato più volte con veemenza il governo comunista cinese. Puoi davvero credere alle parole di un regime satanico così contrario a Dio? È forse qualificato per valutare e condannare la manifestazione e l’opera di Dio? E perché i pastori e gli anziani non ci consentono di indagare l’opera di Dio degli ultimi giorni? Le loro azioni sono conformi agli insegnamenti del Signore? Il Signore Gesù ci ha detto: ‘Beati i poveri in spirito, perché di loro è il Regno dei Cieli’ (Matteo 5:3). Dalle parole del Signore possiamo capire come Egli ci vuole: persone che cercano con la mente aperta, che indagano attivamente quando sentono qualcuno testimoniare il ritorno del Signore, perché solo allora potremo accogliere il ritorno del Signore. Mia cara figliola, se siamo credenti nel Signore, come mai ascoltiamo le opinioni di altre persone ma non prestiamo attenzione alle parole del Signore? Se crediamo a quel che dice il pastore e alla pubblicità negativa diffusa da quel regime satanico, e diventiamo passivi e circospetti quando sentiamo qualcuno testimoniare il ritorno del Signore, questo è forse in accordo con la volontà del Signore? Agendo in questo modo non stiamo andando contro le parole del Signore? I credenti ebrei al tempo di Gesù non cercarono né indagarono le parole e l’opera del Signore; invece, diedero ascolto alle voci fabbricate intorno al Signore dai farisei, e così avversarono e condannarono il Signore Gesù e alla fine Lo inchiodarono sulla croce e furono poi puniti da Dio. Dobbiamo imparare la lezione dal fallimento degli ebrei ed evitare di perdere la nostra possibilità di accogliere il Signore. È profetizzato molte volte nell’Apocalisse: ‘Chi ha orecchi ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese’ (Apocalisse 2, 3). Da questo versetto possiamo vedere che, al Suo ritorno, il Signore esprimerà anche le Sue parole, e se noi desideriamo accogliere il Suo ritorno dobbiamo imparare ad ascoltare la voce di Dio. Solo leggendo ed esaminando le parole di Dio Onnipotente capirai se sono o no la voce di Dio”. Concluso il suo discorso, mia madre ha preso un libro intitolato “Discorsi di Cristo degli ultimi giorni” e me lo ha passato.

Ho guardato il libro nelle sue mani ma non l’ho toccato. Non riuscivo ancora ad accettare le sue parole, così le ho detto: “Non voglio leggerlo”, poi mi sono girata e sono andata nella mia stanza.

Seduta alla mia scrivania, ho ritrovato la calma e ho riflettuto su quel che mia madre aveva appena detto. Ho pensato: “In effetti mamma ha ragione. Il Lampo da Levante testimonia che il Signore è ritornato, eppure io mi sono limitata a credere ciecamente a quel che dice il pastore e alla pubblicità negativa diffusa dal governo comunista cinese ai danni del Lampo da Levante senza nemmeno aver letto le parole espresse da Dio Onnipotente. Suppongo sia stata una decisione alquanto arbitraria da parte mia. Se Dio Onnipotente è davvero il Signore Gesù ritornato e io mi rifiuto di accettarLo, allora perderò la mia possibilità di accogliere il Signore. Ma il pastore ci predica sempre che i falsi cristi compariranno negli ultimi giorni, e se dovessi prendere la strada sbagliata, la mia fede nel Signore non sarà stata vana?” Il mio cuore oscillava nell’incertezza, non sapevo a chi credere, così mi sono rivolta al Signore: “O Signore! Ho sempre anelato al Tuo ritorno ma adesso ho paura di essere ingannata dai falsi cristi che compaiono negli ultimi giorni. O Signore! Ora le persone del Lampo da Levante stanno testimoniando che sei tornato, perciò, se sei davvero ritornato come Dio Onnipotente, Ti chiedo di illuminarmi e guidarmi, e permettermi di riconoscere la Tua voce”.

Il giorno dopo, mia madre mi ha di nuovo incoraggiata a partecipare a una delle sue riunioni. Dopo una certa esitazione, ho deciso di andare online e ascoltare quel che avevano da dire. Appena la riunione è iniziata, ho provato una grande agitazione e non ho ascoltato realmente quel che i fratelli e le sorelle stavano condividendo. Più avanti, Fratello Zhang ha tenuto una condivisione su alcuni aspetti della verità quali il piano di gestione di Dio per salvare l’umanità, il mistero delle tre fasi dell’opera di Dio così come l’opera di giudizio che Dio compie negli ultimi giorni; il mio cuore ne è stato attratto, e più ascoltavo, più ogni cosa sembrava più fresca e più nuova. Sebbene avessi frequentato in precedenza dei corsi di studio della Bibbia, i predicatori avevano parlato della natura miracolosa dell’opera di Dio solo menzionando i miracoli che Egli aveva compiuto, oppure del modo in cui i santi del passato avevano obbedito a Dio per assolvere i Suoi incarichi, e così via. Mai una volta avevano accennato al piano di gestione di Dio per salvare l’umanità. La condivisione di Fratello Zhang mi ha permesso di ottenere una certa comprensione riguardo all’opera di gestione dell’umanità da parte di Dio; erano tutte cose che prima non avevo mai capito, nonostante leggessi la Bibbia da tanti anni. Quando la riunione è terminata, avevo cambiato idea. Ho deciso che avrei prima esaminato l’opera di Dio Onnipotente degli ultimi giorni e cancellato il resoconto della conversazione con mia madre.

Durante l’incontro del terzo giorno, abbiamo discusso della differenza tra le vergini sagge e le vergini stolte. Fratello Zhang ha detto: “Le vergini sagge sono tali perché anelano alla manifestazione di Dio e sanno come ascoltare la Sua voce. Sono intelligenti, possiedono levatura e sono persone che amano e cercano la verità. Perciò, quando sentono la notizia che il Signore è tornato, cercano e indagano attivamente – persone così non possono essere ingannate dai falsi cristi. Le vergini stolte non amano la verità, non prestano alcuna attenzione all’ascolto della voce di Dio, né sanno come farlo; sono confuse e non hanno alcun discernimento e, riguardo alla venuta del Signore, possono solo aggrapparsi alle loro nozioni e fantasie per avversare e condannare l’opera di Dio. Ad esempio, alcuni fratelli e sorelle non danno importanza all’ascolto delle parole del Signore nella loro fede in Lui, e credono invece a quel che dicono i pastori e gli anziani. Qualunque cosa dicano i pastori e gli anziani, è quello in cui essi credono, e sebbene credano nominalmente nel Signore, in verità seguono e obbediscono ai pastori e agli anziani. Ci sono poi alcuni fratelli e sorelle che si concentrano soltanto sullo stare ciecamente in guardia dai falsi cristi, e non cercano o indagano nemmeno quando sentono qualcuno diffondere la notizia del ritorno del Signore – non è come rinunciare a mangiare per paura di soffocare? Persone così sono capaci di accogliere il ritorno del Signore?”

Le parole di Fratello Zhang hanno risvegliato in me un’intuizione improvvisa e ho pensato: “È vero! Da tempo, ormai, credo in quel che predica il pastore e non ho esaminato l’opera di Dio degli ultimi giorni. Se Dio Onnipotente è davvero il Signore Gesù ritornato, non sono forse stata smascherata come una vergine stolta? Il Signore Gesù ha detto: ‘Chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete; bussate e vi sarà aperto’ (Matteo 7:7). Ho sempre atteso con ansia di accogliere il Signore, e ora La Chiesa di Dio Onnipotente sta testimoniando che il Signore è ritornato. Dovrei comportarmi da vergine saggia e ricercare e indagare attivamente l’opera di Dio Onnipotente degli ultimi giorni, perché solo questo è in accordo con la volontà di Dio”. E così ho deciso di continuare a esaminare l’opera di Dio Onnipotente degli ultimi giorni.

Nel corso di una riunione, l’indomani, ho chiesto: “Fratello, ieri hai detto che la chiave per essere una vergine saggia è concentrarsi sull’ascolto della voce di Dio. Ora mi sembra di avere un percorso da seguire per indagare l’opera di Dio degli ultimi giorni, ma il mio pastore spesso dice nei suoi sermoni che i falsi cristi compariranno negli ultimi giorni per ingannare le persone. Dunque, come dovremmo distinguere il vero Cristo dai falsi cristi? Non capisco questo aspetto della verità, e mi chiedevo se potessi condividere con me su questo argomento”.

Fratello Zhang ha risposto: “La domanda che hai posto è cruciale perché si riferisce direttamente al fatto se noi possiamo o meno accogliere il ritorno del Signore. Finché riusciamo a capire la verità sulla distinzione tra il vero Cristo e i falsi cristi, allora per quanto i falsi cristi tentino di impersonare Dio, noi non saremo ingannati da loro. In relazione a come discernere il vero Cristo dai falsi cristi, il Signore dice: ‘Allora, se qualcuno vi dice: “Il Cristo è qui”, oppure: “È là”, non lo credete; perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti, e faranno grandi segni e prodigi da sedurre, se fosse possibile, anche gli eletti’ (Matteo 24:23-24). Le parole del Signore ci dicono chiaramente che i falsi cristi negli ultimi giorni faranno uso principalmente di segni e prodigi per ingannare la gente. Poichè i falsi cristi sono privi di verità e la loro essenza è quella degli spiriti malvagi e dei demoni, essi sono in grado soltanto di imitare l’opera precedente di Dio e di compiere alcuni semplici segni e prodigi, oppure di interpretare male la Bibbia per confondere le persone con teorie arcane. Solo Cristo è la verità, la via e la vita, e soltanto Lui può esprimere la verità, mostrarci la via e darci la vita. Tutti coloro che si autodefiniscono Cristo ma che non sanno esprimere la verità sono certamente falsi cristi e impostori, e questo è il principio in base al quale possiamo avere la capacità basilare di distinguere i falsi cristi”.

Dopo aver ascoltato la condivisione del fratello, ho riletto con attenzione questo passo delle Scritture e di colpo tutto mi è diventato chiaro: “Sì, è scritto davvero nella Bibbia che i falsi cristi compiranno grandi segni e prodigi per ingannare le persone. Quindi come hanno potuto quei pastori che sono così esperti della Bibbia non aver afferrato questo principio in base al quale distinguere i falsi cristi?”

Fratello Zhang ha poi mandato un passo delle parole di Dio Onnipotente: “Se, ai giorni nostri, dovesse emergere qualcuno che sia in grado di mostrare segni e prodigi, e che sappia cacciare i demoni, sanare i malati e compiere molti miracoli, e se questi sostenesse di essere Gesù che è venuto, allora si tratterebbe di una contraffazione degli spiriti maligni e della loro imitazione di Gesù. Ricordatelo! Dio non ripete la medesima opera. La fase dell’opera di Gesù è già stata completata e Dio non la intraprenderà mai più. […] Se, durante gli ultimi giorni, Dio mostrasse ancora segni e prodigi, e di nuovo cacciasse i demoni e guarisse i malati – se agisse esattamente come Gesù –, allora ripeterebbe la medesima opera, e quella di Gesù non avrebbe alcun significato o valore. Pertanto, Dio realizza una fase dell’opera in ogni epoca. Una volta che una fase della Sua opera è completata, viene presto imitata dagli spiriti maligni, e quando Satana inizia a emulare Dio, Egli cambia metodo. Una volta completata una fase della Sua opera, questa è imitata dagli spiriti maligni. Dovete avere le idee chiare su questo” (“Conoscere l’opera di Dio oggi” in “La Parola appare nella carne”).

Fratello Zhang ha tenuto una condivisione, dicendo: “Dalle parole di Dio Onnipotente possiamo capire che Dio è un Dio sempre nuovo e mai vecchio, e che Egli non ha mai compiuto due volte la stessa opera. Ogni volta che Dio inaugura una nuova fase dell’opera, Egli esprime nuove parole e dà all’uomo nuovi percorsi di pratica. Quando il Signore Gesù è venuto, ad esempio, non ha ripetuto l’opera di promulgare le leggi e i comandamenti; invece, ha usato quell’opera come base per compiere l’opera di redenzione di tutta l’umanità, e ha dato alle persone di quel tempo nuove vie da praticare. Ad esempio, ha insegnato alle persone a confessarsi e pentirsi, ad amare i loro nemici, a imparare a perdonare, ad amarsi l’un l’altro, e così via. Ora Dio Onnipotente è venuto negli ultimi giorni e non esprime nuovamente la via del pentimento, ma usa invece l’opera di redenzione come base su cui compiere l’opera di giudizio e di purificazione dell’uomo attraverso le parole. Durante questa fase dell’opera Dio non compie segni e prodigi, ma esprime invece le Sue parole in modo pratico, al fine di rivelare le nostre indoli corrotte e giudicare la nostra iniquità. Allo stesso tempo, Dio ci dona tutte le verità di cui abbiamo bisogno per ottenere la vera salvezza e ci mette in grado di capire il percorso verso il cambiamento d’indole, attraverso il quale possiamo liberarci delle nostre indoli corrotte ed essere condotti da Dio nel Suo Regno. Quasi tutti falsi cristi, d’altronde, sono posseduti da spiriti maligni e sono eccezionalmente arroganti e insensati. Sono incapaci di dare inizio a nuove età e anche di concluderle, tanto meno sanno esprimere la verità per mostrare alle persone il percorso verso il cambiamento d’indole. Tutto quello che possono fare è imitare l’opera precedente del Signore Gesù e compiere alcuni semplici segni e prodigi per ingannare la gente. Tuttavia, per quanto riguarda i grandi miracoli operati dal Signore Gesù, come riportare in vita i morti e sfamare cinquemila persone con due pesci e cinque pani, i falsi cristi sono semplicemente incapaci di emulare queste azioni, perché solo Dio possiede una simile autorità e potenza, e i falsi cristi non potrebbero mai realizzarli”.

Solo attraverso la condivisione del fratello sono arrivata a capire che l’opera di Dio è sempre nuova e mai vecchia, e che i falsi cristi sono capaci soltanto di emulare l’opera precedente di Dio e compiere alcuni semplici segni e prodigi. Non sono in grado, però, di compiere l’opera di Dio, e finché comprendiamo i principi che stanno dietro a tale opera non saremo ingannati. In passato, avevo sempre paura di essere ingannata e così non osavo ascoltare i sermoni tenuti dal Lampo da Levante, tanto meno cercare e indagare l’opera di Dio Onnipotente degli ultimi giorni. Invece, mi chiudevo nella chiesa, ascoltavo lì i sermoni e lodavo il Signore, pensando che fosse il modo più sicuro di procedere e che in futuro mi sarei riunita con il Signore. Ripensandoci ora, però, essere così passiva e circospetta e non ricercare proattivamente i discorsi del Signore negli ultimi giorni mi aveva fatto davvero rischiare di perdere la mia occasione di accogliere il Signore.

Fratello Zhang ha continuato la sua condivisione, dicendo: “Dio è la verità, la via e la vita, e oltre a discernere il vero Cristo dai falsi cristi in base ai principi dell’opera di Dio, possiamo farlo anche in base all’essenza di Cristo”. A quel punto Fratello Zhang ha mandato un passo delle parole di Dio: “Dio incarnato è chiamato Cristo, e così il Cristo che può offrire agli esseri umani la verità è chiamato Dio. Non vi è nulla di eccessivo in questo, poiché Egli possiede la sostanza di Dio e possiede l’indole di Dio e la sapienza della Sua opera, che sono irraggiungibili per l’uomo. Coloro che si proclamano Cristo ma non sanno eseguire l’opera di Dio sono degli impostori. Cristo non è solamente la manifestazione di Dio in terra, ma anche la carne particolare assunta da Dio nell’eseguire e nel portare a termine la Sua opera fra gli uomini. Questa carne non può essere sostituita da un uomo qualunque, ma può svolgere adeguatamente l’opera di Dio in terra, esprimere la Sua indole, ben rappresentarLo e fornire la vita all’uomo. Presto o tardi, i falsi cristi cadranno tutti, poiché, anche se affermano di essere Cristo, non possiedono nulla della Sua sostanza. E così, dico che l’autenticità di Cristo non può essere definita dall’uomo, ma la risposta e la decisione provengono da Dio Stesso” (“Solo il Cristo degli ultimi giorni può offrire all’uomo la via della vita eterna” in “La Parola appare nella carne”).

Fratello Zhang ha proseguito nella sua condivisione, dicendo: “Dalle parole di Dio possiamo capire che Cristo è l’incarnazione dello Spirito di Dio – Egli possiede un’essenza divina, compie l’opera di Dio, esprime l’indole di Dio, può esprimere la verità per nutrire e pascere l’uomo in qualsiasi momento e luogo, e soltanto Cristo può compiere l’opera di salvezza dell’uomo. Il Signore Gesù era Cristo, ad esempio, e la Sua apparizione e opera ha concluso l’Età della Legge e avviato l’Età della Grazia. Egli ha anche proferito le Sue parole per concedere all’umanità la via del pentimento, per consentire agli uomini di conoscere chiaramente la volontà di Dio e i requisiti da Lui stabiliti, e per offrire loro una via da seguire quando insorgevano difficoltà. Attraverso le parole del Signore Gesù l’uomo ha capito come pregare il Signore, come andare d’accordo con i propri simili, come perdonarli e così via. Inoltre, il Signore Gesù ha espresso la Sua indole di amabilità e misericordia, ha guarito i malati, scacciato i demoni e donato grazia infinita all’uomo. Alla fine Egli è stato crocifisso al fine di redimere l’umanità, completando così l’opera di redenzione di tutto il genere umano, salvandoci dalle catene e dalle pastoie della legge, nonché evitandoci il pericolo di essere condannati e messi a morte per aver violato la legge. Queste sono soltanto alcune delle cose che il Signore Gesù ha fatto e che nessun altro avrebbe potuto compiere al Suo posto. Dall’opera e dalle parole del Signore Gesù possiamo capire che Egli è la verità, la via e la vita. In modo analogo, Dio Si è fatto carne ancora una volta negli ultimi giorni e ha chiuso l’Età della Grazia per aprire l’Età del Regno. Egli ha pronunciato milioni di parole, compie l’opera del giudizio e della purificazione, esprime l’indole giusta di Dio che è maestosa, irata e inoffensibile. Le parole proferite da Dio Onnipotente non solo svelano il mistero dell’intero piano di gestione di Dio nonché la fine e la destinazione ultima dell’uomo, ma espongono con assoluta chiarezza le verità di cui abbiamo bisogno per essere purificati e ottenere la vera salvezza secondo le nostre necessità. Ad esempio, Egli spiega come Satana corrompe l’uomo, spiega la verità della corruzione dell’uomo per mano di Satana, spiega come Dio giudica e purifica le indoli corrotte dell’uomo, come l’uomo dovrebbe credere in Dio e obbedirGli, quale tipo di persona Dio ama e quale Egli detesta ed elimina, come dovremmo cercare al fine di essere resi perfetti da Dio, e così via. Sperimentando il giudizio e il castigo delle parole di Dio, vediamo chiaramente l’essenza e la radice della nostra corruzione da parte di Satana e arriviamo a capire l’indole giusta, santa e inoffensibile di Dio. A quel punto non possiamo fare a meno di prostrarci dinanzi a Dio con sincero rimorso, diventiamo sempre più rispettosi e obbedienti nei Suoi confronti e, gradualmente, abbandoniamo le nostre indoli sataniche corrotte, ci liberiamo dalla schiavitù del peccato e otteniamo la vera salvezza di Dio. I discorsi e l’opera di Dio Onnipotente ci portano la verità, la via e la vita – Dio Onnipotente è Dio Stesso ed Egli è Cristo fattoSi carne. I falsi cristi non possiedono l’essenza di Dio e non possono esprimere la verità, tanto meno compiere l’opera di salvezza dell’umanità. Possono solo fare pretestuose dichiarazioni per ingannare e danneggiare le persone. Quando qualcuno dà loro ascolto, non solo non ottiene alcun nutrimento di sorta, ma per di più il suo cuore si fa sempre più oscuro e sprofonda sempre più nelle tenebre, non ha nessuno a cui rivolgersi e finisce inevitabilmente per essere divorato da Satana. Pertanto dai discorsi, dall’opera e dall’indole che Dio esprime, siamo in grado di appurare se Egli sia il Cristo incarnato”.

Dopo aver ascoltato le parole di Dio Onnipotente e la condivisione del fratello, ho compreso del tutto la verità circa il modo in cui discernere il vero Cristo dai falsi cristi. Solo Cristo è la verità, la via e la vita, e solo Cristo può esprimere la verità e compiere l’opera di Dio Stesso. Tutti coloro che si autodefiniscono Cristo ma che sono incapaci di esprimere la verità e non sanno compiere l’opera di salvezza dell’uomo sono falsi cristi. Avevo finalmente trovato la via da seguire e non ero più ciecamente in guardia e passiva per paura di essere ingannata dai falsi cristi. Sia ringraziato Dio!

Dopo questo, Fratello Zhang ha condiviso con me riguardo ad altre verità, quali il mistero dell’incarnazione, la differenza tra l’opera di Dio e l’opera dell’uomo, la storia segreta della Bibbia e altro. Più ascoltavo, più mi sentivo appagata, e ogni giorno ero impaziente di prendere parte alle riunioni con i fratelli e le sorelle. Ogni volta che si concludeva un incontro, mia madre e io discutevamo della nuova luce che avevamo ottenuto mediante la riunione e, a poco a poco, sono arrivata ad avere una certa comprensione dell’opera di Dio degli ultimi giorni. Dopo un periodo di ricerca e di indagine, mi sono convinta che Dio Onnipotente era davvero il Signore Gesù ritornato. Allora ho iniziato a diffondere il Vangelo e a portare la notizia del ritorno del Signore a sempre più persone che anelavano all’apparizione di Dio.

In seguito mia madre e io siamo andate alla nostra vecchia chiesa per partecipare alla funzione del venerdì. Al termine, con nostra grande sorpresa, il pastore ha mostrato un video che lanciava false accuse contro La Chiesa di Dio Onnipotente. Quando ho visto le voci costruite e le calunnie che avevano diffuso contro La Chiesa di Dio Onnipotente, mi sono adirata e ho pensato: “La Chiesa di Dio Onnipotente non è affatto come dicono. Non hanno avuto alcun contatto con La Chiesa di Dio Onnipotente, né hanno indagato l’opera di Dio degli ultimi giorni. Come possono giudicare l’opera di Dio in modo così infondato e arbitrario?”

Quando il video è finito, il pastore, due diaconi e due membri del consiglio della chiesa hanno chiesto a me e a mia madre di rimanere, Il pastore ci ha domandato: “Ora credete in Dio Onnipotente?” Abbiamo risposto: “Sì”.

Nell’istante in cui abbiamo risposto, uno dei diaconi è scattato in piedi e, puntando il dito contro mia madre, ha detto con veemenza: “Dunque ora credi in Dio Onnipotente? Da domani non ti sarà più permesso insegnare catechismo. Domani pomeriggio verrò a casa tua a riprendere il denaro della Chiesa”.

Mia madre ha replicato: “Puoi prenderlo quando vuoi”.

Il pastore ha chiesto con rabbia: “Tutto il mondo religioso avversa e condanna La Chiesa di Dio Onnipotente. Perché persistete nell’avere contatti con loro?”

Mia madre gli ha risposto per le rime: “Pastore, il mondo religioso possiede la verità? Il Signore Gesù ha mai detto che solo seguendo il mondo religioso possiamo accogliere il Signore? Quando il Signore Gesù è apparso e ha compiuto la Sua opera tanti anni fa, i capi ebrei non solo si sono rifiutati di cercare o indagare di persona la Sua opera, ma hanno anche impedito ai credenti di accettarla, e hanno persino messo in giro voci sul Signore Gesù, resistendoGli, giudicandoLo e bestemmiandoLo forsennatamente. Alla fine hanno offeso l’indole di Dio e sono stati maledetti e puniti da Dio. Se ci atteniamo a quel che dici, cioè che qualsiasi via che il mondo religioso avversa e condanna non è la vera via, non significa forse che stai rifiutando persino l’opera del Signore Gesù? Ti rifiuti di cercare o indagare l’opera di Dio degli ultimi giorni perché il mondo religioso avversa e condanna La Chiesa di Dio Onnipotente: questo è in accordo con la verità? In qualità di pastore e diaconi della Chiesa, perché condannate e giudicate arbitrariamente l’opera di Dio Onnipotente degli ultimi giorni senza nemmeno prendervi il disturbo di esaminarla? Leggendo molte delle parole di Dio Onnipotente, vedendo che le Sue parole sono la verità e la voce di Dio, ci siamo convinte che Dio Onnipotente è il Signore Gesù ritornato”. Con mia grande sorpresa, hanno mostrato uno sdegnato disprezzo per quello che aveva detto mia madre e non lo hanno minimamente accettato.

Mia madre ha aperto una app sul suo cellulare e ha letto loro le parole di Dio Onnipotente. Uno dei membri del consiglio della chiesa ha poi parlato con arroganza e ha espresso alcuni commenti blasfemi su Dio Onnipotente. Mia madre ha esclamato con rabbia: “Siete così incredibilmente arroganti. Queste parole sono la verità – non ve ne rendete conto? Non riconoscete la voce di Dio quando la sentite? Siete davvero il gregge di Dio?”

Con sorrisi privi di gioia, ci hanno fissato altezzosamente. Poi il pastore ha detto con arroganza: “L’Unico che attendiamo è il Signore Gesù che ha le ferite dei chiodi nelle mani e che viene con le sembianze di un ebreo. A parte il Signore Gesù, non accetteremo altro, anche se ciò che Dio Onnipotente esprime fosse la verità”. Di fronte a tanta testardaggine, mia madre e io abbiamo rinunciato a tentare di parlare con loro. Ho visto che il loro atteggiamento era esattamente lo stesso tenuto dai farisei che aveva resistito al Signore Gesù: credevano in Dio ma non cercavano la verità, né si concentravano sull’ascolto della voce di Dio. Invece, si limitavano a essere arroganti e presuntuosi, restavano ostinatamente aggrappati alle loro nozioni e fantasie e giudicavano e avversavano arbitrariamente l’opera di Dio. Erano proprio coloro che in apparenza servono Dio ma che di fatto Gli resistono.

Il pastore ci ha poi minacciate, dicendo: “Vi concediamo un mese per riconsiderare la vostra decisione. Se tra un mese persisterete nella vostra fede in Dio Onnipotente, vi espellerò dalla nostra chiesa”.

Ho replicato indignata: “Non c’è bisogno di aspettare un mese. Espellici ora. Dopo aver trascorso questo tempo a cercare e indagare l’opera di Dio degli ultimi giorni, siamo già convinte che Dio Onnipotente è il Signore Gesù ritornato. Finalmente abbiamo sentito la voce di Dio, quindi, anche se non ci espelli, non parteciperemo comunque ad altre funzioni in questa chiesa”.

Il pastore ha abbassato furtivamente la voce: “Non funziona così. Se vi espelliamo ora, cosa penseranno di noi i fratelli e le sorelle? Diranno che vi abbiamo espulse solo perché avete preso parte a delle riunioni online e passeremo per persone senza cuore. Tra un mese, invece, diremo ai fratelli e alle sorelle della nostra Chiesa che abbiamo fatto di tutto per consigliarvi e vi abbiamo concesso del tempo più che sufficiente per riconsiderare la vostra scelta, ma alla fine avete continuato a credere in Dio Onnipotente e deciso di lasciare la Chiesa, e soltanto allora vi abbiamo espulso”.

Sentendo il pastore dire questo, ho provato disgusto e non ho più voluto dire loro nemmeno una parola. Mi sono avviata verso l’uscita tirandomi dietro mia madre. Proprio quando eravamo sulla porta, il pastore ci ha dato un avvertimento: “Sta a voi decidere se credere o no in Dio Onnipotente, ma non vi permetterò più di avere contatti con i fratelli e le sorelle della nostra Chiesa”.

Era già passata l’una quando abbiamo lasciato la chiesa. Mentre ripensavo a quel che era appena successo, non riuscivo a credere che il pastore, il predicatore che avevamo sempre venerato per la sua moralità e virtù, potesse comportarsi in quel modo. In quel momento mi sono venute in mente le parole di Dio: “Quelli che leggono la Bibbia in grandi chiese, recitano la Bibbia tutti i giorni ma non capiscono lo scopo dell’opera di Dio. Non uno è in grado di conoscere Dio; inoltre, nessuno è in sintonia con il cuore di Dio. Sono tutti uomini meschini e privi di valore, così boriosi da voler insegnare a Dio. Anche se brandiscono il nome di Dio, Gli si oppongono ostinatamente. Anche se si fregiano della definizione di credenti in Dio, sono quelli che mangiano la carne e bevono il sangue dell’uomo. Tutti questi uomini sono diavoli che divorano l’anima dell’uomo, capi demoni che volutamente disturbano coloro che cercano di percorrere la strada giusta, sono pietre di inciampo che impediscono il cammino di quanti cercano Dio. Anche se sono ‘fortemente carnali’, come fanno i loro seguaci a sapere che sono anticristi che guidano l’uomo a opporsi a Dio? Come fanno a sapere che sono diavoli vivi che cercano espressamente anime da divorare?” (“Tutti coloro che non conoscono Dio sono coloro che si oppongono a Dio” in “La Parola appare nella carne”).

Avevo sempre pensato che i pastori e gli anziani fossero servi del Signore e dovessero conoscere la Bibbia meglio di chiunque altro ed essere in totale accordo con la volontà di Dio. Avevo sempre pensato che, quando il Signore sarebbe tornato, sarebbero stati di certo in grado di accoglierLo. Non avrei mai immaginato che il pastore, alla notizia del ritorno del Signore, non solo non avrebbe cercato o indagato al riguardo, ma sarebbe diventato così arrogante e presuntuoso, aggrappandosi ostinatamente alle sue nozioni e fantasie, e che avrebbe giudicato e condannato sia Dio sia la Sua opera degli ultimi giorni. Il pastore era totalmente privo di un cuore timorato di Dio, al punto che, dietro la parvenza di voler “proteggere il gregge”, ostacolava i credenti e impediva loro di indagare l’opera di Dio degli ultimi giorni, e questo solo per mantenere il proprio prestigio e sostentamento. Con quei credenti che accettavano l’opera di Dio degli ultimi giorni, i pastori e gli anziani ricorrevano alle intimidazioni, minacciando di espellerli dalla Chiesa e inducendo persino gli altri fratelli e sorelle della Chiesa a respingerli, in modo da impedire loro di predicare il Vangelo ai loro fratelli e sorelle. Come erano malvagi e calcolatori! Al fine di conservare la loro posizione e il loro sostentamento, i farisei al tempo di Gesù avversarono e condannarono spietatamente il Signore e Lo inchiodarono sulla croce. I pastori e gli anziani di oggi possiedono la stessa essenza dei farisei: sono gli anticristo che sono stati smascherati dall’opera di Dio degli ultimi giorni, e i demoni che divorano l’animo dell’uomo. In quel momento, ho finalmente compreso del tutto che quando qualcuno crede in Dio senza conoscere Dio e la Sua opera, per quanto sembri soffrire o per quanto sembri spendere tutto se stesso, resisterà sempre a Dio e offenderà la Sua indole facendo affidamento sulla propria indole satanica arrogante e presuntuosa.

In quel momento non ho potuto fare a meno di ringraziare e lodare Dio nel mio cuore. Ripensando al passato, ero stata ingannata dall’aria ipocrita dei pastori e degli anziani e li avevo sempre idolatrati e seguiti, e avevo obbedito loro. Quando si era trattato di accogliere il Signore, mi ero persino attenuta alle loro istruzioni e avevo resistito a Dio. Dio ha smascherato i pastori e gli anziani perché io potessi vedere, finalmente, la loro essenza demoniaca che odia la verità e odia Dio; così sono stata così in grado di superare il labirinto che avevano preparato per me e accogliere il ritorno del Signore. Ringrazio davvero Dio per avermi salvata, e desidero perseguire sul serio la verità lungo il cammino di fede in Dio, così da ripagare il Suo amore!

Contenuti correlati

  • Il giudizio nella famiglia di Dio è cominciato

    un giorno, nel febbraio del 2017, conobbi online una sorella. Ascoltando i suoi discorsi sulla sua accettazione della Bibbia, pensai che fossero molto sinceri. Comunicava con grande chiarezza ed io mi sentivo molto felice di aver finalmente trovato una sorella spirituale a me affine. Parlavamo all’infinito. A volte, non ci rendevamo nemmeno conto di aver parlato per tutto il pomeriggio. Non era mai stancante. Al contrario, lo apprezzavo moltissimo perché, ogni volta che ascoltavo i discorsi della sorella, sentivo di trarne un gran giovamento. Un giorno, la sorella mi disse che il Signore era già tornato, che stava pronunciando parole nuove e svolgendo la Sua opera di giudizio a partire dalla famiglia di Dio, il che porta a compimento le seguenti parole del Signore Gesù: “E se uno ode le mie parole e non le osserva, io non lo giudico; perché io non son venuto a giudicare il mondo, ma a salvare il mondo. Chi mi respinge e non accetta le mie parole, ha chi lo giudica: la parola che ho annunziata è quella che lo giudicherà nell’ultimo giorno” (Giovanni 12:47-48).

  • Un diverso tipo di salvezza

    di Huang Lin, Cina Ero una normale fedele del Cristianesimo carismatico e da quando ho cominciato a credere nel Signore non mi sono mai persa una mess…

  • Ho accolto con piacere il ritorno del Signore

    Qingxin, Birmania I miei genitori sono entrambi cristiani e, fin da piccola, iniziai ad andare in chiesa con loro per partecipare alle funzioni religi…

  • Sono tornato a casa

    di Chu Keen Pong, Malesia Ho creduto nel Signore per oltre un decennio e ho prestato servizio nella Chiesa per due anni, e poi ho abbandonato la Chies…