La sostanza dell'opera di conquista

La sostanza dell'opera di conquista

I

Il più grande problema dell'uomo

è che pensa solo al proprio fato

e cerca Dio soltanto per i suoi scopi.

Non adora Dio per il modo in cui Lo ama.

Egoismo, avidità

e tutto ciò che ostacola l'adorazione va eliminato.

Allora la conquista dell'uomo sarà compiuta.

L'opera di conquista ottiene il suo effetto

cancellando il destino e il futuro dell'uomo,

giudicando e castigando la sua ribellione,

senza scendere a patti

e dare benedizioni e grazia all'uomo,

ma portando via la sua "libertà" e le sue prospettive

per rivelare la sua lealtà.

Questa è la conquista.

II

Per la prima conquista dell'uomo è necessario purificarlo

dai suoi selvaggi desideri e dalle sue mortali debolezze

per rivelare il suo amore per Dio,

cambiare il suo punto di vista sulla vita, su Dio

e sul significato dell'esistenza,

cosicché il suo amore venga purificato

e il suo cuore veramente conquistato.

L'opera di conquista ottiene il suo effetto

cancellando il destino e il futuro dell'uomo,

giudicando e castigando la sua ribellione,

senza scendere a patti

e dare benedizioni e grazia all'uomo,

ma portando via la sua "libertà" e le sue prospettive

per rivelare la sua lealtà.

Questa è la conquista.

III

Ma nel comportamento di Dio verso ogni creatura

la conquista non è fine a se stessa.

Dio conquista per la gloria, per guadagnare l'uomo

e restituirgli il suo vero aspetto.

L'opera di conquista ottiene il suo effetto

cancellando il destino e il futuro dell'uomo,

giudicando e castigando la sua ribellione,

senza scendere a patti

e dare benedizioni e grazia all'uomo,

ma portando via la sua "libertà" e le sue prospettive

per rivelare la sua lealtà.

Questa è la conquista.

da "La Parola appare nella carne"

La sostanza dell'opera di conquista