Capitolo 103

Capitolo 103

Una voce tonante risuona, scuotendo l’intero universo, talmente assordante che le persone non riescono a sottrarsi al suo fragore. Alcuni vengono uccisi, alcuni distrutti e alcuni giudicati. È veramente uno spettacolo di cui nessuno ha mai visto eguali. Ascolta attentamente: al rombo dei tuoni si accompagna il suono del pianto e questo suono proviene dall’Ade, questo suono proviene dall’inferno. È il suono amaro di quei figli della ribellione che sono stati giudicati da Me. Coloro che non hanno ascoltato ciò che dico e non hanno messo in pratica le Mie parole sono stati severamente giudicati e hanno ricevuto la maledizione della Mia ira. La Mia voce è giudizio e ira, e Io non sono indulgente con nessuno e non mostro pietà per nessuno, perché Io sono il Dio Stesso giusto, e possiedo l’ira; possiedo il fuoco, la purificazione e la distruzione. In Me non c’è nulla di nascosto o di emotivo; al contrario, tutto è manifesto, giusto e imparziale. Poiché i Miei figli primogeniti sono già con Me sul trono a governare tutte le nazioni e tutti i popoli, quelle persone e quelle cose inique e ingiuste cominciano a essere giudicate. Le esaminerò una a una, non tralascerò nulla e le rivelerò completamente. Poiché il Mio giudizio è stato pienamente rivelato e pienamente aperto, e nulla è stato tenuto nascosto, getterò via tutto ciò che non corrisponde alla Mia volontà e lascerò che perisca per tutta l’eternità nel pozzo dell’abisso. Lo lascerò lì a bruciare in eterno. Questa è la Mia giustizia, e questa è la Mia rettitudine. Nessuno può cambiarla, e tutti devono sottostare al Mio comando.

La maggior parte delle persone ignora i Miei discorsi e pensa che le parole siano solo parole e che i fatti siano fatti. Sono cieche! Non sanno che Io sono il Dio Stesso fedele? Le Mie parole e i Miei fatti avvengono simultaneamente. Forse le cose non stanno realmente così? Le persone semplicemente non capiscono le Mie parole e solo coloro che sono stati illuminati riescono davvero a capire; questo è un dato di fatto. Non appena le persone vedono le Mie parole si spaventano a morte e fuggono dappertutto a nascondersi, tanto più quando si abbatte il Mio giudizio. Quando ho creato tutte le cose, quando distruggo il mondo e quando rendo completi i figli primogeniti, tutto ciò si compie in virtù di una sola parola della Mia bocca, poiché la Mia stessa parola è l’autorità, il giudizio. Si può dire che la persona che sono è il giudizio e la maestà; questo è un fatto immutabile. Questo è un aspetto dei Miei decreti amministrativi; è solo un modo con cui giudico le persone. Ai Miei occhi tutto – incluse tutte le persone, le questioni e le cose – è nelle Mie mani e sono sotto il Mio giudizio. Niente e nessuno osa comportarsi in modo incontrollato o deliberato, e tutto deve essere compiuto conformemente alle parole che pronuncio. Dal punto di vista delle concezioni umane, tutti credono nelle parole della persona che sono. Quando il Mio Spirito Si esprime, le persone sono dubbiose. Non conoscono affatto la Mia onnipotenza e addirittura muovono accuse contro di Me. Ebbene, ti dico che chiunque dubiti delle Mie parole, chiunque le ignori, sarà distrutto e sarà tra gli eterni figli della perdizione. Da ciò si può vedere che ci sono pochissimi figli primogeniti, perché questo è il Mio modo di operare. Come ho detto prima, compio ogni cosa senza muovere un dito, uso solo le Mie parole. Qui, dunque, è dove risiede la Mia onnipotenza. Nelle Mie parole nessuno può trovare la fonte e lo scopo di ciò che dico. Le persone non possono ottenerlo e possono agire solo seguendo la Mia guida, fare tutto solo in conformità con la Mia volontà secondo la Mia giustizia, in modo che la Mia famiglia abbia giustizia e pace, viva per sempre, e per sempre sia ferma e salda.

Il Mio giudizio raggiunge tutti, i Miei decreti amministrativi toccano tutti e le Mie parole e la Mia persona vengono rivelate a tutti. Questo è il momento della grande opera del Mio Spirito (in questo istante coloro che saranno benedetti vengono distinti da coloro che subiranno una sventura). Appena le Mie parole sono state pronunciate, ho distinto coloro che saranno benedetti da quelli che soffriranno la sventura. È tutto cristallino e posso vederlo a colpo d’occhio. (Dico questo in relazione alla Mia umanità; pertanto tali parole non contraddicono la Mia predestinazione e selezione.) Vago per le montagne e i fiumi e in mezzo a tutte le cose, attraverso gli spazi dell’universo, osservando e purificando ogni luogo in modo che quei luoghi impuri e quelle terre promiscue cessino tutti di esistere e siano ridotti in cenere in conseguenza delle Mie parole. Per Me tutto è facile. Se ora fosse il tempo che avevo prestabilito per distruggere il mondo, potrei farlo sparire con una sola parola. Tuttavia, non è questo il momento. Tutto deve essere pronto prima che Io compia quest’opera, in modo da non disturbare il Mio piano e non interrompere la Mia gestione. So come farlo in modo ragionevole: ho la Mia saggezza e ho le Mie disposizioni. Le persone non devono muovere un dito; stai attento a non essere ucciso per mano Mia. Ciò riguarda già i Miei decreti amministrativi, e da questo si può vedere la loro severità, così come i principi alla loro base che presentano due aspetti: da una parte, uccido tutti coloro che non si conformano alla Mia volontà e che violano i Miei decreti amministrativi; dall’altra, nella Mia ira maledico tutti coloro che offendono i Miei decreti amministrativi. Questi due aspetti sono indispensabili e costituiscono i principi esecutivi alla base dei Miei decreti amministrativi. Tutti vengono trattati secondo questi due principi, senza alcuna emozione, a prescindere da quanto le persone siano leali. Ciò è sufficiente per dimostrare la Mia giustizia, maestà e ira, che inceneriranno tutte le cose terrene, tutte le cose mondane e tutte quelle che non sono conformi alla Mia volontà. Nelle Mie parole ci sono misteri che rimangono nascosti e misteri che sono stati rivelati. Pertanto, nelle concezioni umane e nella mente umana, le Mie parole sono per sempre incomprensibili e il Mio cuore è per sempre insondabile. In altre parole, devo liberare gli umani dalle loro concezioni e dal loro modo di pensare. Questo è l’elemento più importante del Mio piano di gestione. Devo farlo in questo modo per guadagnare i Miei figli primogeniti e per realizzare le cose che voglio fare.

I disastri del mondo crescono di giorno in giorno e nella Mia casa i disastri catastrofici aumentano in maniera esponenziale. Le persone non hanno realmente alcun posto in cui nascondersi, in cui rintanarsi. Poiché la transizione sta avvenendo proprio ora, le persone non sanno dove passeranno la prossima fase. Sarà chiaro solo dopo il Mio giudizio. Ricorda! Questi sono i passi della Mia opera e il modo in cui opero. Consolerò tutti i Miei figli primogeniti, uno a uno, e li eleverò un passo alla volta; quanto ai servitori, li eliminerò e li abbandonerò tutti, uno a uno. Questa è una parte del Mio piano di gestione. Dopo che tutti i servitori saranno stati rivelati, anche i Miei figli primogeniti saranno rivelati. (Per Me è fin troppo facile: dopo aver ascoltato le Mie parole, tutti quei servitori si ritireranno gradualmente sotto il giudizio e la minaccia delle Mie parole e resteranno solo i Miei figli primogeniti. Questo non è qualcosa di volontario, né qualcosa che la volontà umana può cambiare; piuttosto, è il Mio Spirito che opera personalmente.) Non è un evento lontano, e voi dovreste essere in grado di percepirlo in una certa misura da questa fase della Mia opera e delle Mie parole. Il motivo per cui direi così tanto, così come la natura imprevedibile dei Miei discorsi, sono incomprensibili alle persone. Parlo ai Miei figli primogeniti in toni di conforto, misericordia e amore (perché Io illumino sempre queste persone e non le lascerò, perché le ho predestinate), mentre tratto coloro che non sono Miei figli primogeniti con giudizio severo, con minacce e con intimidazione, creando in loro uno stato di continuo timore al punto che i loro nervi sono sempre tesi. Quando la situazione si sarà sviluppata in una certa misura, allora usciranno da questo stato (quando distruggerò il mondo, queste persone saranno nel pozzo dell’abisso), ma non sfuggiranno mai alla Mia mano del giudizio e non si libereranno mai da questa situazione. Questo, dunque, è il loro giudizio; questo è il loro castigo. Nel giorno in cui arriveranno gli stranieri, rivelerò queste persone una a una. Questi sono i passi della Mia opera. Capite ora l’intenzione alla base dei Miei precedenti discorsi? Secondo Me, qualcosa di incompiuto è anche qualcosa che è stato adempiuto, ma qualcosa che è stato adempiuto non è necessariamente qualcosa che è stato realizzato. Questo perché ho la Mia saggezza e il Mio modo di operare, che sono semplicemente imperscrutabili per gli esseri umani. Quando avrò raggiunto risultati con questa fase (quando avrò rivelato tutti i malvagi che Mi resistono), allora avvierò la fase successiva, perché la Mia volontà non conosce impedimenti, nessuno osa intralciare il Mio piano di gestione e nulla osa porre ostacoli: devono togliersi tutti di mezzo! Figli del gran dragone rosso, ascoltateMi! Sono venuto da Sion e Mi sono fatto carne nel mondo per guadagnare i Miei figli primogeniti, per umiliare vostro padre (queste parole sono dirette ai discendenti del gran dragone rosso), per sostenere i Miei primogeniti e per riparare ai torti fatti ai Miei figli primogeniti. Quindi non tornate a fare i selvaggi; lascerò che i Miei figli primogeniti vi diano una lezione. In passato i Miei figli sono stati tormentati e oppressi, e poiché il Padre esercita il potere per i figli, i Miei figli torneranno al Mio abbraccio amorevole, per non essere più tormentati e oppressi. Io non sono ingiusto; ciò mostra la Mia giustizia e significa veramente “amare chi amo e odiare chi odio”. Se dite che sono ingiusto, dovreste affrettarvi a uscire. Non siate spudorati e approfittatori nella Mia casa. Dovresti tornare rapidamente a casa tua così che Io non debba più vederti. Il pozzo dell’abisso è la vostra destinazione ed è lì che resterete. Se siete nella Mia casa non ci sarà posto per voi perché siete bestie da soma, siete gli strumenti che uso. Quando non Mi servirete più, vi getterò nel fuoco per incenerirvi. Questo è il Mio decreto amministrativo; devo fare così, e solo questo mostra il modo in cui opero e rivela la Mia giustizia e la Mia maestà. Cosa ancora più importante, solo in questo modo i Miei figli primogeniti potranno regnare con Me al potere.

Capitolo 103