Qual è la conseguenza di qualcuno che crede in Dio nella religione e soffre per la confusione e il controllo dei farisei e degli anticristi? Può essere salvato da Dio se crede in Lui in questo modo?

5. Quali sono le conseguenze per qualcuno che crede in Dio nella religione ed è soggetto all’inganno e al controllo dei farisei e degli anticristo? Può essere salvato da Dio se crede in Lui in questo modo?

Versetti biblici di riferimento:

Lasciateli; sono ciechi, guide di ciechi; or se un cieco guida un altro cieco, ambedue cadranno nella fossa” (Matteo 15:14).

Quelli che guidano questo popolo lo sviano, e quelli che si lascian guidare vanno in perdizione” (Isaia 9:15).

Il mio popolo perisce per mancanza di conoscenza. […] Più si son moltiplicati, e più han peccato contro di Me; Io muterò la loro gloria in ignominia. Si nutrono de’ peccati del Mio popolo, e il loro cuore brama la sua iniquità. E sarà del sacerdote quello che del popolo: Io lo punirò per la sua condotta, e gli darò la retribuzione delle sue azioni” (Osea 4:6-9).

Parole di Dio attinenti:

L’opera nella mente dell’uomo viene ottenuta con eccessiva facilità dall’uomo. Pastori e guide nel mondo religioso, per esempio, confidano nei propri doni e nella propria posizione per svolgere il loro lavoro. Le persone che li seguono per lungo tempo verranno influenzate dai loro doni e da qualche aspetto di ciò che sono. Essi si concentrano su doni, abilità e conoscenze delle persone e fanno attenzione ad alcuni aspetti soprannaturali e a molte dottrine profondamente irrealistiche (ovviamente, tali profonde dottrine sono inarrivabili). Non si concentrano sui cambiamenti nell’indole delle persone, e si concentrano invece sull’allenare le capacità di predicazione e di opera delle persone, migliorandone le conoscenze e arricchendole di dottrine religiose. Non si concentrano su quanto l’indole delle persone sia cambiata o su quanto le persone comprendano la verità. Non si preoccupano della sostanza delle persone e ancor meno cercano di conoscerne gli stati normali o anomali. Non confutano le nozioni delle persone né rivelano le proprie e ancora meno correggono le loro mancanze o corruzioni. La maggior parte delle persone che li seguono servono mediante i propri doni naturali, e ciò che esprimono è conoscenza e vaga verità religiosa, del tutto prive di qualsiasi contatto con la realtà e del tutto incapaci di infondere vita alle persone.

da “L’opera di Dio e l’opera dell’uomo” in La Parola appare nella carne

Coloro che non sono stati sottoposti a giudizio non esprimono che carne e pensieri umani, mescolati con un sacco di intelligenza umana e talenti innati. Non si tratta dell’espressione accurata dell’opera di Dio da parte dell’uomo. Le persone che li seguono vengono attirate dal loro calibro innato. Poiché esprimono troppe osservazioni ed esperienze umane, quasi del tutto disconnesse dall’originale significato divino, e deviano troppo da tale significato, l’opera di questo tipo di lavoratore non conduce le persone a Dio, bensì a lui. Coloro che non sono stati sottoposti a giudizio e castigo non sono, pertanto, qualificati per svolgere l’opera di Dio. L’opera di un lavoratore qualificato è in grado di condurre le persone sul retto percorso e permette loro di andare più a fondo nella verità. L’opera che egli compie può condurre le persone a Dio. In aggiunta, l’opera da lui svolta può variare da individuo a individuo e non è vincolata da regole, così da lasciare alle persone agio e libertà. Inoltre, esse possono gradualmente crescere nella vita, andando sempre più a fondo nella verità. L’opera di un lavoratore non qualificato è di gran lunga meno efficace; la sua opera è insensata. Egli può solo imporre regole alle persone; ciò che chiede alle persone non varia da individuo a individuo; non lavora in ragione degli effettivi bisogni delle persone. In questo genere di opera ci sono troppe regole e troppe dottrine, e questo non può condurre le persone alla realtà o alla normale pratica della crescita nella vita. Può solo far sì che le persone siano in grado di rispettare poche regole prive di valore. Questo tipo di guida può solo condurre le persone fuori strada. Ti porta a diventare simile a lui; egli può portarti a ciò che lui ha ed è.

da “L’opera di Dio e l’opera dell’uomo” in La Parola appare nella carne

Nella Chiesa ci sono tante persone sprovviste di discernimento, e quando avviene qualcosa di ingannevole finiscono semplicemente dalla parte di Satana. Quando vengono definite lacchè di Satana pensano di aver subito un grave torto. E qualcuno potrebbe dire che non hanno discernimento, e tuttavia stanno sempre dalla parte priva di verità. Neppure una volta, in un’occasione importante, si sono trovate dalla parte della verità, non una volta hanno preso la parola per difendere la verità, per cui sono davvero senza discernimento? Perché stanno sempre dalla parte di Satana? Perché non dicono mai una parola corretta o ragionevole a favore della verità? Questa situazione è davvero frutto della loro confusione momentanea? Minore è il discernimento che si possiede e meno si è in grado di stare dalla parte della verità. Questo che cosa dimostra? Non dimostra forse che coloro che sono privi di discernimento amano il male? Non dimostra forse che coloro che sono privi di discernimento sono la fedele progenie di Satana? Perché sono sempre in grado di stare dalla parte di Satana e parlano la sua stessa lingua? Ogni loro parola e azione e le loro espressioni dimostrano ampiamente che non amano affatto la verità ma che al contrario sono persone che la detestano. Il fatto che possano schierarsi dalla parte di Satana dimostra ampiamente che Satana ama davvero questi diavoli insignificanti che combattono tutta la vita per lui. Tutti questi fatti non sono forse abbondantemente chiari? Se sei davvero amante della verità, perché non hai alcun riguardo per coloro che la praticano e perché segui immediatamente coloro che non praticano la verità non appena modificano minimamente la loro espressione? Che razza di problema è questo? Non mi importa che tu abbia o meno discernimento, non importa quale prezzo tu abbia pagato, non mi importa quanto siano grandi le tue forze e se tu sia un infame serpente locale o un leader portabandiera. Se le tue forze sono grandi, ciò è solo grazie all’aiuto della forza di Satana; se il tuo prestigio è elevato, ciò avviene unicamente perché ci sono troppe persone intorno a te che non praticano la verità; se non sei stato espulso, è perché ora non è il momento di operare espulsioni, ma è l’ora di eliminare. Non c’è fretta di espellerti ora. Devo solo aspettare che arrivi il giorno successivo alla tua eliminazione per punirti. Chiunque non pratica la verità verrà eliminato!

da “Un monito per coloro che non praticano la verità” in La Parola appare nella carne

Basta guardare i capi di ogni confessione – sono tutti arroganti e presuntuosi e interpretano la Bibbia fuori contesto e secondo la loro immaginazione. Fanno tutti affidamento su doni e cultura per svolgere il loro lavoro. Se non fossero capaci di predicare alcunché, quelle persone li seguirebbero? Essi possiedono, dopo tutto, una certa conoscenza, e sanno predicare un po’ di dottrina, o sanno come persuadere altri o come usare certi stratagemmi. Li usano per portare le persone al proprio cospetto e ingannarle. Di nome, queste persone credono in Dio, ma di fatto seguono i loro leader. Se incontrano qualcuno che predica la vera via, alcuni di loro dicono: “Dobbiamo consultare il nostro leader circa la nostra fede”. La loro fede deve essere approvata da un essere umano; non è questo un problema? Che cosa sono diventati, dunque, quei leader? Non sono diventati dei farisei, falsi pastori, anticristo e ostacoli all’accettazione della vera via da parte delle persone? […]

Nella fede in Dio, a prescindere che abbiano seguito gli altri o non abbiano soddisfatto la Sua volontà, le persone devono sostanzialmente venire dinanzi a Lui durante questa fase finale. Se hai attraversato questa fase dell’opera ma continui a seguire gli altri, sarai imperdonabile e finirai proprio come Paolo.

da “Solo la ricerca della verità è vera fede in Dio” in Registrazione dei discorsi di Cristo

Se vi sono diversi infami serpenti locali in una Chiesa, nonché alcuni moscerini che li seguono e non hanno il benché minimo discernimento, se coloro che sono nella Chiesa ancora non riescono a sciogliere i vincoli e scrollarsi di dosso la manipolazione di questi serpenti dopo aver visto la verità, allora quegli stolti verranno eliminati. Anche qualora queste piccole mosche non abbiano fatto niente di terribile, esse sono ancora più astute, ancora più viscide ed evasive, e chiunque sia così verrà eliminato. Non ne resterà neanche uno! Chi appartiene a Satana verrà restituito a Satana, mentre chi appartiene a Dio andrà sicuramente a caccia della verità; ciò è determinato dalle rispettive nature. Periscano tutti coloro che seguono Satana! Nessuna pietà verrà mostrata a costoro. Lasciamo che coloro che cercano la verità se ne approvvigionino e consentiamo loro di godere della parola di Dio a piacimento. Dio è giusto, Egli non tratta gli esseri umani ingiustamente. Se sei un diavolo, sarai incapace di praticare la verità. Se sei uno che cerca la verità, sicuramente non cadrai preda di Satana: questo è fuori di dubbio.

da “Un monito per coloro che non praticano la verità” in La Parola appare nella carne

A causa della loro astuzia insignificante, quanti sono privi di discernimento cadranno in rovina nelle mani di gente malvagia e verranno traviati da gente malvagia, e non potranno più fare ritorno. Queste persone andrebbero trattate in questo modo in quanto non amano la verità, poiché sono incapaci di stare dalla parte della verità, perché seguono gente malvagia, stanno dalla parte di persone malvagie, colludono con i malvagi e sfidano Dio. Sanno benissimo che quei malvagi irradiano il male, tuttavia induriscono il proprio cuore e li seguono, muovendosi in direzione opposta rispetto alla verità. Queste persone che non praticano la verità, ma agiscono in modo distruttivo e abominevole, non stanno forse tutte compiendo il male? Sebbene fra di loro vi sia chi ama definirsi re e chi segue, le loro nature ribelli a Dio non sono forse tutte uguali? Quale scusa possono trovare per dire che Dio non le salva? Quale scusa per dire che Dio non è giusto? Non è forse il loro stesso male che le distruggerà? Non è la loro stessa ribellione che le trascinerà all’inferno? Chi pratica la verità, alla fine sarà salvato e reso perfetto tramite la verità. Coloro che non la praticano, alla fine attireranno su di sé la rovina tramite la verità. Questa è la fine che attende coloro che praticano la verità e coloro che non la praticano.

da “Un monito per coloro che non praticano la verità” in La Parola appare nella carne

Contenuti correlati