Imita l'esperienza di Pietro

Imita l'esperienza di Pietro

I

Il grande affinamento che Pietro ha ricevuto

è stato a causa di ciò che ha fatto.

Sentiva di dover troppo a Dio,

di non poterLo ripagare.

Ha visto che l'umanità è corrotta,

quindi aveva la coscienza sporca.

Gesù gli ha detto molte cose,

c'è poco che ha capito da sé.

A volte si è opposto, ribellato.

Poi Gesù è stato crocifisso

Pietro si è destato, sentendosi colpevole;

finalmente non si permise pensieri errati.

Una volta sottostato all'opera di Dio

ha guadagnato discernimento e visione,

afferrato i princìpi del servire,

ha onorato ciò che Gesù ha affidato.

È stato un modello perché ha sofferto di più;

quello che ha passato ha avuto successo.

Se camminate su un sentiero come il suo

niente e nessuno le benedizioni può portarvi via,

niente e nessuno può portarvele via.

II

Pietro conosceva bene la propria situazione,

ed era ben conscio

della santità del Signore.

Quindi, dalla conoscenza di Pietro

il suo amore per Dio è cresciuto

e lui si concentrò di più sulla propria vita.

Per questo soffrì molto.

A volte sembrava tanto malato

da apparire vicino alla morte.

Essendo così tanto raffinato,

comprese meglio se stesso

sviluppando vero amore per Dio.

La sua vita fu raffinata

e fu spesa nel castigo.

La sua esperienza fu diversa,

il suo amore più di quello dei non perfezionati.

È stato un modello perché ha sofferto di più;

quello che ha passato ha avuto successo.

Se camminate su un sentiero come il suo

niente e nessuno le benedizioni può portarvi via,

niente e nessuno può portarvele via.

da "La Parola appare nella carne"

Imita l'esperienza di Pietro