Una grande scoperta: le cinque profezie della Bibbia sul ritorno del Signore si sono compiute

Una grande scoperta: le cinque profezie della Bibbia sul ritorno del Signore si sono compiute

Di Zheng Xun

Ora siamo alla fine degli ultimi giorni, e molti fratelli e sorelle che credono sinceramente nel Signore e attendono il Suo ritorno sicuramente staranno pensando a questa domanda: nel capitolo 22, versetto 12 dell’Apocalisse, il Signore Gesù profetizzò: “Ecco, io vengo tosto”. Il Signore ci promise che sarebbe tornato negli ultimi giorni; dunque, ora è tornato? Questa domanda è davvero molto importante per noi cristiani; quindi, come facciamo esattamente a sapere se il Signore è davvero tornato o no? In realtà, il Signore Gesù ce ne ha già parlato attraverso le profezie bibliche e, purché prendiamo tutti i fatti insieme e meditiamo su di essi seriamente, troveremo la risposta.

1. Il verificarsi di guerre, carestie e terremoti

In Matteo capitolo 24, versetti da 6 a 8, viene detto: “Or voi udirete parlar di guerre e di rumori di guerre; guardate di non turbarvi, perché bisogna che questo avvenga, ma non sarà ancora la fine. Poiché si leverà nazione contro nazione e regno contro regno; ci saranno carestie e terremoti in vari luoghi; ma tutto questo non sarà che principio di dolori”. La gravità dei disastri che si sono verificati in tutto il mondo negli ultimi anni si è progressivamente intensificata e, con orrore dell’uomo, si verificano frequentemente, e sono ampiamente diffusi, terremoti, alluvioni, siccità, incendi, carestie ed epidemie; il mondo è in uno stato mutevole e turbolento, e la guerra, gli atti violenti, i conflitti regionali e gli attacchi terroristici avvengono frequentemente e continuano ad aumentare. Ad esempio, nell’aprile 2015, 16 stati negli Stati Uniti hanno scoperto di avere il virus dell’influenza aviaria e gli esperti hanno affermato che si trattava della peggiore epidemia di influenza aviaria negli Stati Uniti degli ultimi 30 anni. Il 25 aprile 2015, nel Nepal centrale si è verificato un terremoto di magnitudo 8,1 della scala Richter che ha provocato la morte di circa 9.000 persone e il ferimento di altre 22.000. Questo è stato il più grande disastro naturale che ha colpito il Nepal in oltre 80 anni. Dal novembre del 2015 al luglio del 2016, Parigi, Bruxelles e poi Nizza hanno subito numerosi attacchi terroristici, che hanno causato la morte di almeno 200 persone e il ferimento di oltre 700. Nell’aprile del 2016, l’India ha subito la peggiore siccità degli ultimi 40 anni, che ha indotto oltre 300 milioni di persone a lottare per trovare sufficiente acqua da bere. Dal 4 al 6 febbraio del 2017, a causa delle forti nevicate, si è verificata una serie di valanghe lungo il confine tra Afghanistan e Pakistan che ha causato la morte di oltre 100 persone e colpito circa 2.617 famiglie, per un totale di 15.702 persone. All’alba del 1° aprile del 2017, alluvioni e smottamenti causati da forti piogge hanno colpito Mocoa, in Colombia, uccidendo almeno 316 persone e ferendone 332, con 103 dispersi. Questo è stato il terzo disastro meteorologico nella storia della Colombia ed è considerato il peggiore che abbia mai colpito Mocoa. È proprio la frequenza di questi disastri che funge da promemoria di Dio per l’umanità, e da essi possiamo constatare che questa profezia biblica si è adempiuta da lungo tempo e che il Signore è tornato.

2. La restaurazione di Israele

In Matteo capitolo 24, versetti 32-33 viene detto: “Or imparate dal fico questa similitudine: Quando già i suoi rami si fanno teneri e metton le foglie, voi sapete che l’estate è vicina. Così anche voi, quando vedrete tutte queste cose, sappiate che egli è vicino, proprio alle porte”. Come tutti sappiamo, si parla del fico che mette le foglie in riferimento alla restaurazione di Israele. Israele fu restaurato il 14 maggio 1948. Queste scritture ci dicono che, quando vedremo restaurato Israele, il Figlio dell’uomo sarà alle porte. Sono passati 70 anni da quando Israele è stato restaurato; 70 anni fa, il Signore era alle porte; quindi, non è forse tornato da molto tempo? È chiarissimo che anche questa profezia del ritorno del Signore Gesù si è adempiuta.

3. Il Vangelo sarà predicato in ogni angolo del mondo

In Matteo capitolo 24, versetto 14, viene detto: “E questo evangelo del Regno sarà predicato per tutto il mondo, onde ne sia resa testimonianza a tutte le genti; e allora verrà la fine”. “Questo evangelo […] sarà predicato per tutto il mondo” significa che, quando tutto il mondo avrà ascoltato il Vangelo del Signore Gesù, Cristo verrà. (Ciò non significa “quando ogni singola persona avrà ascoltato il Vangelo o quando ogni singola persona crederà in Cristo”). Quando il Signore Gesù fu inchiodato alla croce e completò la Sua opera di redenzione, lo Spirito Santo cominciò a indurre i discepoli e gli apostoli a rendere testimonianza al Signore Gesù. Da allora, il Vangelo del Signore si è gradualmente diffuso attraverso tutti i tipi di canali, come radio, Internet, libri, volantini evangelici o l’evangelizzazione dei credenti. Il cristianesimo si è affermato in tutto il mondo, e in molti paesi è stato persino adottato come religione di Stato. Anche i cristiani si sono diffusi da tempo in tutto il mondo, e ci sono persino molti che accettano il Vangelo del Signore Gesù in Cina, che è governata da un partito politico ateo; il Vangelo della redenzione del Signore Gesù si è diffuso da tempo fino ai confini del mondo. Cari fratelli e sorelle, pensateci per un momento: quale nazione, quale regione del mondo non ha mai ascoltato il Vangelo del Signore Gesù?

profezie bibliche

4. L’iniquità abbonderà e l’amore dei credenti si raffredderà

In Matteo capitolo 24, versetto 12, viene detto: “E perché l’iniquità sarà moltiplicata, la carità dei più si raffredderà”. L’iniquità sta aumentando nel mondo religioso, e ora esso è senza l’opera dello Spirito Santo o la presenza di Dio. Anche se alcuni sembrano essere dei ferventi credenti, percorrono ancora la via mondana. Il desiderio di ricchezza è diffuso tra i credenti; alcuni vendono ogni tipo di merce nelle loro chiese, altri entrano in affari e altri ancora gestiscono fabbriche e si impegnano per fare soldi. Non hanno alcuna intenzione di lavorare per il Signore e vivono invischiati in intrecci mondani. Quando i pastori e gli anziani predicano, si concentrano solo sulla spiegazione della conoscenza biblica e delle teorie teologiche, invece di predicare le parole del Signore; non rendono testimonianza al Signore o non Lo esaltano e non inducono i credenti a cercare di comprendere la volontà del Signore. E così finiscono per introdurre i loro ascoltatori alla conoscenza biblica, e il loro gregge si allontana sempre più da Dio; alcuni pastori e anziani rivaleggiano e si impegnano in dispute gelose, al punto che formano addirittura delle cricche, si dividono in fazioni e bande diverse, rubano offerte, tengono comportamenti sessualmente scorretti e non hanno alcun cuore timorato di Dio. Queste azioni inique stanno accadendo sempre di più ora nel mondo religioso e le chiese stanno diventando sempre più desolate. Queste cose ci fanno inevitabilmente pensare alla fine dell’Età della Legge, quando il tempio che prima era colmo della gloria di Jahvè appariva desolato, i sacerdoti facevano sacrifici miseri e il tempio diventava un mercato. C’è qualche differenza tra le chiese di oggi e il tempio alla fine dell’Età della Legge? Da ciò possiamo constatare che questa profezia biblica si è completamente adempiuta e che il Signore è tornato.

5. L’apparizione di falsi cristi e falsi profeti

In Marco capitolo 13, verso 6, si dice che, quando i discepoli chiesero al Signore Gesù quali presagi ci sarebbero stati per la Sua seconda venuta, il Signore Gesù disse: “Molti verranno sotto il mio nome, dicendo: Son io; e ne sedurranno molti”. In Matteo capitolo 24, versetto 24, è riportato: “Perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti, e faranno gran segni e prodigi da sedurre, se fosse possibile, anche gli eletti”.

Il Signore Gesù profetizzò che, quando sarebbe tornato negli ultimi giorni, sarebbero apparsi falsi cristi e falsi profeti. Negli ultimi anni, falsi cristi e falsi profeti sono comparsi uno dopo l’altro in paesi come la Cina, la Corea del Sud e il Giappone. Si fanno chiamare “Cristo” e non solo cercano di farsi passare per Lui con il nome di Gesù, ma cercano anche di imitare i segni e le meraviglie del Signore Gesù, guarendo i malati, scacciando i demoni, ecc. Dall’apparizione di tanti falsi cristi possiamo vedere che questa profezia concernente il ritorno del Signore Gesù si è adempiuta, poiché, quando appaiono falsi cristi, il vero Cristo, in effetti, è già venuto. In questo periodo, dovremmo prendere ancora di più l’iniziativa e cercare la manifestazione e l’opera di Dio. Alcuni fratelli e sorelle potrebbero dire: “Ora, sono apparsi così tanti falsi cristi e falsi profeti. Se prendiamo l’iniziativa di cercare e indagare su di loro, cosa faremo se verremo ingannati?” Ma se non cerchiamo e indaghiamo sulla manifestazione e l’opera di Dio perché abbiamo paura di essere ingannati, non sapremo se il Signore è tornato, e questo non renderebbe ancora più probabile per noi l’essere abbandonati? Dovremmo forse smettere di mangiare perché abbiamo paura di soffocare, e perdere molto per salvare poco? Da questo, possiamo vedere che è sciocco adottare l’atteggiamento di non udire nulla, non vedere nulla e non toccare nulla nei confronti di tutti coloro che predicano la venuta del Signore, per paura di essere ingannati. Se vogliamo accogliere il ritorno del Signore Gesù, allora è cruciale essere in grado di distinguere tra i falsi cristi e il vero Cristo. Solo in questo modo possiamo accogliere il Signore e non essere ingannati. Quindi, quali sono le caratteristiche di un falso cristo? Il Signore Gesù disse: “Perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti, e faranno gran segni e prodigi da sedurre”. Dalle parole del Signore, possiamo vedere che le caratteristiche principali dei falsi cristi sono: possono solo eseguire alcuni semplici segni e prodigi e predicare falsità che sembrano vere, ma che sono effettivamente false, per ingannare la gente; sono completamente incapaci di esprimere qualsiasi verità per risolvere il problema del peccato e della confessione dell’umanità e non possono salvare gli uomini dalla propria corruzione. Questo perché l’essenza dei falsi cristi è quella degli spiriti malvagi estremamente cattivi, ed essi sono completamente privi di verità. Solo Cristo è la verità, la via e la vita; solo Cristo può esprimere la verità, mostrarci la via e fornirci la vita. Tutti quelli che non possono esprimere la verità per provvedere a noi e possono solo mostrare alcuni semplici segni e prodigi sono falsi cristi: questo è il principio fondamentale in base al quale discernere i falsi cristi dal vero Cristo. Con le parole del Signore come base, non dobbiamo preoccuparci di essere ingannati. Per quanto riguarda il modo in cui cogliere specificamente la differenza tra falsi cristi e il vero Cristo, guarda questo meraviglioso filmato, “Come discernere tra il vero Cristo e i falsi cristi”.

Dai fatti di cui sopra, possiamo vedere che tutte le profezie concernenti il ritorno del Signore Gesù sono state adempiute: il Signore è ritornato. Tuttavia, molte persone sicuramente chiederanno: “Se il Signore è tornato, perché non Lo abbiamo ancora accolto?” Hai mai pensato che potrebbe esserci qualcosa di sbagliato nel modo in cui pratichiamo l’accoglienza del ritorno del Signore Gesù? Quando si tratta del Suo ritorno, molte persone fanno dello stare in guardia dai falsi cristi la loro priorità numero uno. Si aggrappano alle proprie concezioni e fantasie e credono che tutti coloro che testimoniano il ritorno del Signore siano falsi e non prestano attenzione a come essere una vergine saggia e ascoltare la voce di Dio. Alcuni si concentrano sull’osservare e l’aspettare, confidando nel nome del Signore Gesù e mantenendo la Sua via. Ma questa è solo un’attesa passiva, ed essi non prendono mai l’iniziativa, non vanno avanti a cercare e indagare e non prestano attenzione all’ascolto della voce del Signore. Praticando in questo modo, come possiamo accogliere il Signore? Una volta il Signore Gesù disse: “Le mie pecore ascoltano la mia voce, e io le conosco, ed esse mi seguono” (Giovanni 10:27). “Chiedete, e vi sarà dato; cercate e troverete; picchiate, e vi sarà aperto” (Luca 11:9). “Beati i poveri in ispirito, perché di loro è il regno de’ cieli. […] Beati i puri di cuore, perché essi vedranno Iddio” (Matteo 5:3, 8). Il Signore è fedele e, purché custodiamo un cuore che cerca, indaghiamo attivamente sulla manifestazione e l’opera del Signore negli ultimi giorni, ascoltiamo seriamente la Sua voce e capiamo se questa via ha delle espressioni di verità e se ci può dare o meno la vita, il Signore ci guiderà sicuramente a riconoscere la Sua seconda venuta!

Nota del redattore: leggendo questo articolo, ora capiamo che tutte le profezie riguardanti il ritorno del Signore Gesù si sono adempiute. Quindi, come dovremmo accogliere il ritorno del Signore Gesù? Consigliamo la pagina evangelica “Il Signore è tornato”, in modo che possiamo continuare a cercare e analizzare questo aspetto della verità. In caso di ulteriori chiarimenti, illuminazioni o difficoltà con questo articolo, lascia un commento o comunica online con noi attraverso la chat live della nostra pagina web.

Una grande scoperta: le cinque profezie della Bibbia sul ritorno del Signore si sono compiute