Sermoni evangelici: Dare credito alle dicerie significa perdere la salvezza di Dio degli ultimi giorni

Molti fratelli e sorelle non sono in grado di fare attenzione quando sentono qualcuno parlare del Vangelo di Dio Onnipotente degli ultimi giorni e non osano accettare quello che viene predicato perché sono stati spaventati dalle dicerie sensazionalistiche inventate nei circoli religiosi. Può capitare loro di sentirsi dire che “quelli che credono in Dio Onnipotente sono tremendi: ti imbrogliano non appena entri in contatto con loro. Ci sono molti veri credenti appartenenti alle diverse confessioni, i quali sono delle buone pecorelle e persino dei leader di calibro, ma vengono ‘rubati’ da quanti credono in Dio Onnipotente…”. C’è poi chi ha affermato che “i credenti in Dio Onnipotente sono realmente entusiasti riguardo alla diffusione del Vangelo. Se convertono un credente, ricevono un premio in denaro di 2.000 renminbi; se convertono il capo di una chiesa, il premio può raggiungere i 10.000-20.000 renminbi…”. Altri ancora hanno dichiarato: “Essi non tengono le giuste distanze fra uomo e donna: tra di loro c’è molta promiscuità…”. C’è poi chi ha addirittura detto: “Il Lampo da Levante è un’organizzazione criminale. Se ti lascerai coinvolgere da loro, non riuscirai mai a liberartene. Se ci proverai, ti caveranno gli occhi e ti mozzeranno le orecchie, oppure ti spezzeranno le gambe…”, e via di seguito. Sono dicerie come queste che impediscono ad alcuni fratelli e sorelle che non hanno le idee chiare su quale sia la realtà di cercare e studiare l’opera degli ultimi giorni di Dio Onnipotente. Fratelli e sorelle che credete alle dicerie, avete mai considerato o esaminato seriamente se queste cose hanno un fondamento e se sono in linea con i fatti? Avete mai pensato a che genere di tragiche conseguenze ci saranno, se credete ciecamente a tutte le dicerie che sentite e vi lasciate sfuggire l’occasione di accogliere l’arrivo del Signore? Per il momento, innanzitutto faremo una semplice condivisione su queste dicerie, affinché i nostri fratelli e le nostre sorelle possano coglierne con lucidità la sostanza e discernere con chiarezza chi realmente le sta diffondendo, quali sono le motivazioni dietro a una simile montatura e a quale obiettivo mirano.

Dare credito alle dicerie significa perdere la salvezza di Dio degli ultimi giorni

Stando alle dicerie, “quelli che credono in Dio Onnipotente sono tremendi: ti imbrogliano non appena entri in contatto con loro. Ci sono molti veri credenti appartenenti alle diverse confessioni, i quali sono delle buone pecore e persino dei leader di calibro, ma vengono ‘rubati’ da quanti credono in Dio Onnipotente…”. Oggi, la maggior parte dei credenti in Dio Onnipotente proviene effettivamente da numerose confessioni diverse e, fra di loro, ce ne sono parecchi che sono persone di calibro, con una profonda capacità di analisi, e che cercano con dedizione; ma dire che si sono fatti tutti imbrogliare è, né più né meno, una menzogna piena di cattiveria. Provate a pensarci: è possibile che così tante persone devote, provenienti da varie confessioni, si facciano tutte ingannare accettando l’opera degli ultimi giorni di Dio Onnipotente? Ha senso che credano da molti anni e conoscano bene la Bibbia senza, tuttavia, avere un certo discernimento? E per quanto riguarda coloro che si lasciano ingannare, potrebbe solo trattarsi di gente che non cerca, gente a cui basta una pagnotta per saziarsi e che ha una fede confusa. Come può accadere che così tante persone che cercano, molte delle quali sono mosse da una fede sincera in Dio, siano state ingannate? Come noto, molto tempo fa la Bibbia ha profetizzato che Dio sarebbe venuto negli ultimi giorni “come un ladro” per “rubare” i tesori, che avrebbe “rubato” coloro che sono dei “tesori”. Ciò significa che tutti coloro che vengono “rubati” sono persone di calibro, in grado di comprendere e accettare la verità e di conoscere la voce di Dio. Coloro che sono stati “rubati” sono tutti delle buone pecorelle, e il ritorno del Signore mira a salvarli e a renderli perfetti. È chiaro che essere “rubati” consiste, in realtà, nell’essere rapiti per andare incontro al Signore. Coloro che, nelle varie confessioni, nutrono una vera fede nel Signore, leggono le parole di Dio Onnipotente e capiscono che Egli ha svelato i misteri del piano di gestione di Dio per la salvezza del genere umano, come pure il rapporto fra l’Età della Legge, l’Età della Grazia e l’Età del Regno (le tre fasi dell’opera di Dio), la verità e la storia segreta della Bibbia, il significato dell’opera di giudizio di Dio negli ultimi giorni, come Egli classifichi le persone in base alla loro categoria di appartenenza e ne stabilisca l’esito e, infine, come Dio porrà fine all’epoca e in che modo si realizzerà il Regno di Cristo. Capendo tutte queste cose, essi sono in grado di confermare in cuor loro che questa è la voce di Dio e che le parole di Dio Onnipotente sono ciò che è stato profetizzato più volte nell’Apocalisse: “Chi ha orecchio ascolti ciò che lo Spirito dice alle chiese”. Si tratta della verità nella sua interezza, ed essi hanno riconosciuto che Dio Onnipotente è il Signore Gesù che è tornato e, perciò, si sono volti verso di Lui, uno dopo l’altro. Se non si trattasse della manifestazione e dell’opera di Dio, chi altri avrebbe l’autorità e il potere di conquistare i fratelli e le sorelle di ogni confessione e di fare diventare tutte le fedi una cosa sola? È in virtù del fatto che Dio Onnipotente è il Signore Gesù, il quale è tornato ed è apparso e compie la Sua opera negli ultimi giorni, che queste persone che cercano sinceramente Dio hanno udito la Sua voce e hanno assistito alla Sua manifestazione e, pertanto, accettano l’opera di Dio Onnipotente degli ultimi giorni. Chi non vorrebbe essere una vergine saggia e seguire le orme dell’Agnello? A ciò si deve l’accettazione dell’opera degli ultimi giorni di Dio Onnipotente da parte di così tante persone che appartengono alle varie confessioni e cercano Dio. L’idea che coloro che hanno accettato l’opera degli ultimi giorni di Dio Onnipotente vengano ingannate è palesemente una menzogna, ed è diffamatoria e blasfema nei confronti di Dio.

Alcuni hanno dichiarato: “I credenti in Dio Onnipotente sono realmente entusiasti di diffondere il Vangelo. Se convertono un credente, ricevono in premio in denaro pari a 2.000 renminbi; se convertono il capo di una chiesa, il premio può raggiungere i 10.000-20.000 renminbi…”. In questa menzogna si cita il fatto che chi crede in Dio Onnipotente è realmente entusiasta di diffondere il Vangelo di Dio Onnipotente. Tale aspetto è innegabile, ma tutto il resto, riguardo al fatto di lasciarsi comprare con del denaro per diffondere il Suo Vangelo e di trarre un vantaggio personale dal loro entusiasmo, è un’assurdità del tutto inventata e una diceria diffamatoria. La verità è che i credenti in Dio Onnipotente che diffondono il Suo Vangelo non ricevono nessun tipo di ricompensa. Al contrario, spendono i loro stessi risparmi a tale scopo e, talvolta, tutto ciò che possiedono. Il loro grande entusiasmo non dipende dal denaro che riceverebbero per farsi comprare, bensì dall’avere compreso la verità contenuta nelle parole di Dio Onnipotente, nell’avere assistito realmente alla manifestazione di Dio, nell’avere ricevuto la Sua grande salvezza, sperimentato il Suo amore e percepito il Suo grande desiderio di salvare le persone. Dunque, essi sono disposti a spendere tutto quello che hanno e a sopportare qualsiasi sofferenza o umiliazione, pur di diffondere il Vangelo del Regno di Dio. Sono esattamente come i primi discepoli del Signore Gesù Cristo, i quali udirono la voce di Dio attraverso l’opera e le parole di Gesù, riconobbero che il Signore Gesù era il Messia che aspettavano e videro che Egli era disposto a sacrificarSi, a essere crocefisso, pur di salvare il genere umano. L’amore di Dio è così grande e vero! Mossi dallo Spirito Santo, spronati dall’amore di Dio, essi erano disposti a rinunciare alla casa e al lavoro e ad affrontare ogni genere di oppressione e di difficoltà per diffondere la notizia e rendere testimonianza per il Signore. È vero! Forse alcuni fratelli e sorelle hanno visto e sentito che tipo di “premio” ottiene chi crede in Dio Onnipotente, quando diffonde il Vangelo: c’è chi viene umiliato, chi è preso a bastonate e chi viene cacciato via; c’è persino chi è stato condannato e incarcerato per mano di quanti detengono il potere; questa gente subisce ogni genere di persecuzione… Esorto tutti a riflettere su questo punto: chi sarebbe disposto a essere volontariamente oggetto di insulti, pestaggi e umiliazioni pur di diffondere il Vangelo di Dio degli ultimi giorni, se non fosse per il grande amore di Dio e per l’opera dello Spirito Santo? Chi si arrischierebbe ad affrontare i pericoli dell’incarcerazione e persino a mettere a repentaglio la propria vita per diffondere il Vangelo della salvezza di Dio negli ultimi giorni, se non fosse per l’opera di Dio? Dunque, l’affermazione “se convertono un credente, ricevono un premio in denaro di 2.000 renminbi; se convertono il capo di una chiesa, il premio può raggiungere i 10.000-20.000 renminbi…” non è altro che una menzogna, una vera e propria montatura.

Altri ancora hanno dichiarano: “Essi non tengono le giuste distanze fra uomo e donna: tra di loro c’è molta promiscuità…”. Riguardo a questo punto, esaminiamo le parole di Dio Onnipotente: “Io sono il santo Dio Stesso, non posso essere insudiciato né avere un tempio sporco” (“Capitolo 109” dei Discorsi di Cristo al principio in La Parola appare nella carne). E la regola è molto chiara in “I dieci decreti amministrativi cui gli eletti di Dio devono obbedire nell’Età del Regno”: “L’uomo possiede un’indole corrotta e inoltre è controllato dalle sue emozioni. Per tale motivo, è assolutamente proibito che due membri di sesso opposto lavorino insieme mentre servono Dio. Chiunque sia sorpreso a fare ciò, verrà scacciato, senza eccezione – e nessuno ne è esentato”. Le parole di Dio Onnipotente ci permettono di capire che l’indole di Dio è santa e giusta e non tollera offesa alcuna da parte del genere umano. Egli non vive in un tempio immondo. Dio non vuole nemmeno una sola persona dedita a un comportamento promiscuo. Tutti coloro che seguono Dio Onnipotente devono aderire rigorosamente ai decreti amministrativi di Dio, pena l’espulsione dalla Chiesa, e non sono ammesse eccezioni. Inoltre, i fratelli e le sorelle che credono in Dio Onnipotente provengono principalmente dalle fila di coloro che, nelle varie confessioni, cercano con sincerità; alcuni di loro sono leader e collaboratori di diverse confessioni. Essi sanno sin dall’Età della Grazia che Dio è un Dio geloso e che disprezza il comportamento promiscuo. Essi hanno sempre aderito ai comandamenti del Signore Gesù, proprio come le persone davvero osservanti hanno sempre fatto in passato. Forse, oggi, gente così violerebbe intenzionalmente i decreti amministrativi dell’Età del Regno? Dunque, come potete vedere, la radice stessa di questa diceria è semplicemente assurda e mira unicamente ad alimentare una campagna di diffamazione.

C’è chi ha affermato che “il Lampo da Levante è un’organizzazione criminale. Se ti lasci coinvolgere da questi malviventi, non riuscirai mai a liberartene. Se ci provi, ti caveranno gli occhi e ti mozzeranno le orecchie, oppure ti spezzeranno le gambe…”. Quando si parla di organizzazioni criminali, sappiamo tutti che ci si riferisce ad assassini, piromani, ladri e rapinatori che compiono ogni sorta di malefatta. Non è certo il caso di provocare gente simile. Persino il governo cinese e la sua polizia non osano avere a che fare con alcuni di questi individui, non è forse vero? Quindi, esaminiamo i fratelli e le sorelle che diffondono il Vangelo di Dio Onnipotente degli ultimi giorni: quando vanno a portare le persone a Dio, sopportano di essere respinti, insultati, picchiati, attaccati dai cani, arrestati, incarcerati e persino torturati. Subiscono ogni genere di crudeltà. Se questi fratelli e sorelle appartenessero realmente a un’organizzazione criminale, la gente oserebbe davvero trattarli in questo modo? Ed essi tollererebbero di essere abusati verbalmente senza rispondere? Si lascerebbero picchiare senza reagire? Conoscete forse qualche delinquente che si comporta così? Chiunque sia coinvolto in cose di questo tipo crede davvero in Dio? Se credesse in Dio, potrebbe avere l’opera dello Spirito Santo? Sarebbe in grado di predicare il Vangelo a persone che cercano con una qualche dedizione? Inoltre, ci sono molti fratelli e sorelle appartenenti a diverse confessioni che hanno sentito il Vangelo di Dio degli ultimi giorni. Che abbiano accettato il Vangelo e poi abbandonato la chiesa, qualunque ne sia il motivo, o che non lo abbiano nemmeno mai accettato, a chi fra di loro sono stati cavati gli occhi, mozzate le orecchie o spezzate le gambe? Stando alle voci messe in giro al riguardo, ci devono essere numerose persone a cui sono state fatte queste cose. Voi ne avete vista anche solo una? Se davvero ce ne fosse una, il governo del PCC non l’avrebbe trascinata in un’aula di tribunale già da tempo, non avrebbe emesso un verdetto e poi mobilitato l’intera stampa per diffondere la notizia in ogni angolo della Terra? C’è forse un fondamento reale alla base delle cose sostenute da questi maldicenti? Né c’è alcun fondamento reale quando affermano cose come: “Se ti lasci coinvolgere dalla fede in Dio Onnipotente, una volta che ci entri, non ne esci più”. In “I dieci decreti amministrativi cui gli eletti di Dio devono obbedire nell’Età del Regno” c’è scritto: “I familiari che non aderiscono alla fede (i tuoi figli, tuo marito o tua moglie, tua sorella o i tuoi genitori, e così via) non dovrebbero essere costretti a venire in Chiesa. La casa di Dio non è a corto di membri e non c’è alcun bisogno di fare numero con persone che non sono di alcuna utilità. Tutti coloro che non credono di buon grado, non dovrebbero essere portati in Chiesa”. La Chiesa di Dio Onnipotente non ha alcun bisogno di chi non crede in Dio con gioia, solo per fare numero, e, particolarmente quando si predica il Vangelo, la gente non può trascinare gli altri e nemmeno obbligarli a credere in Dio. Questo è un decreto amministrativo di Dio e ognuno deve rigorosamente attenervisi: non lo si può violare. La verità è che la porta della Chiesa è aperta, e chi desidera lasciare la Chiesa e abbandonare la fede può andarsene in qualunque momento. Non c’è nessuno che lo obblighi. La Chiesa di Dio Onnipotente dà sempre a tutti la libertà di fare le proprie scelte. In realtà, non è che chi accetta l’opera di Dio negli ultimi giorni non può andarsene: il punto è che non desidera farlo. Come mai? Dice Dio Onnipotente: “L’incarnazione di Dio ha inviato onde d’urto in tutte le religioni e tutti i settori, ha ‘messo a soqquadro’ l’ordine originale degli ambienti religiosi e ha scosso i cuori di tutti coloro che anelano all’apparizione di Dio. Chi non è in adorazione? Chi non anela a vedere Dio? Dio è in mezzo agli uomini da molti anni, eppure l’uomo non se ne è mai accorto. Oggi, Dio Stesso è apparso e ha mostrato la Sua identità alle masse – questo come potrebbe non recare delizia al cuore dell’uomo?” (“Lavoro e ingresso (10)” in La Parola appare nella carne). “Negli ultimi giorni, Dio Si è nuovamente incarnato, e quando questa volta Si è trasformato in carne, ha concluso l’Età della Grazia e ha portato l’Età del Regno. Tutti coloro che accetteranno la seconda incarnazione di Dio saranno condotti verso l’Età del Regno e potranno accettare personalmente la guida di Dio. […] Tutti coloro che ubbidiscono al Suo dominio godranno di una verità superiore e riceveranno maggiori benedizioni. Vivranno realmente nella luce e guadagneranno la verità, la via e la vita” (Introduzione a La Parola appare nella carne). La manifestazione e l’opera di Dio incarnato negli ultimi giorni hanno avuto forti ripercussioni su tutto il mondo religioso e hanno scosso il cuore di chi desidera ardentemente la manifestazione di Dio. Il motivo per cui fratelli e sorelle di varie confessioni sono tornati a Dio è che hanno assistito alla manifestazione di Dio, Ne hanno udito la voce, hanno compreso che Cristo degli ultimi giorni è la verità, la via e la vita e che solo la fede in Dio Onnipotente permetterà loro di raggiungere la salvezza e di entrare nel Regno dei Cieli. Chi vorrebbe andarsene, dopo avere ricevuto una salvezza del genere? Dunque, è facile rendersi conto che le dicerie secondo cui la gente non vuole andarsene perché ha paura che le cavino gli occhi, le mozzino le orecchie o le spezzino le gambe sono proprio inventate da individui che hanno dei secondi fini.

Sulla base di quanto abbiamo sin qui condiviso, capiamo che le calunnie sull’opera di Dio negli ultimi giorni non sono altro che menzogne, invenzioni prive di ogni reale fondamento. Basta usare un po’ di discernimento per vedere queste dicerie perdere di consistenza. Un credente che inventi delle bugie e renda falsa testimonianza ha un comportamento che Dio condanna e detesta sopra ogni cosa, proprio come è scritto nella Bibbia: “Il falso testimonio parla con inganno” (Proverbi 12:17). “Le labbra bugiarde sono un abominio per Jahvè” (Proverbi 12:22). Il Signore Gesù ha detto: “Voi siete progenie del diavolo, ch’è vostro padre, e volete fare i desideri del padre vostro. Egli è stato omicida fin dal principio e non si è attenuto alla verità, perché non c’è verità in lui. Quando parla il falso, parla del suo, perché è bugiardo e padre della menzogna” (Giovanni 8:44). Sapendo che inventare menzogne e rendere falsa testimonianza è un atteggiamento inviso a Dio, per quale motivo essi persisterebbero a farlo? Dice Giovanni nei versetti 11,47-48: “I capi sacerdoti quindi e i Farisei radunarono il Sinedrio e dicevano: ‘Che facciamo? perché quest’uomo fa molti miracoli. Se lo lasciamo fare, tutti crederanno in lui; e i Romani verranno e ci distruggeranno e città e nazione’”. Matteo, nel capitolo 28, riporta il seguente fatto: dopo la risurrezione del Signore Gesù, i capi dei sacerdoti ebrei, gli scribi e i farisei temevano che tutti avrebbero creduto nel Signore Gesù e che essi avrebbero perso il loro prestigio e la loro fonte di reddito. Così, cospirarono per nascondere il fatto che il Signore Gesù era risorto. Comprarono i soldati con l’argento e inventarono delle menzogne per convincere la gente che il Signore Gesù non era mai risorto, affermando che i Suoi discepoli Ne avevano portato via il corpo mentre i soldati dormivano. Da ciò capiamo che è possibile inventare intenzionalmente delle bugie e giudicare e calunniare l’opera di Dio, come anche essere blasfemi nei Suoi confronti. Le persone lo fanno per proteggere la loro reputazione, il loro prestigio e i loro profitti. Ciò dimostra la loro natura malvagia e il fatto che esse odiano la verità e sono nemiche di Dio. È esattamente quello che succede oggi, negli ultimi giorni: man mano che Dio è andato ampliando la Sua opera degli ultimi giorni nella Cina continentale, una grande folla di credenti provenienti da numerose confessioni diverse è giunta ad accettare la nuova opera di Dio. Quando alcuni leader di queste confessioni vedono che sempre più persone credono in Dio Onnipotente, mentre i credenti posti sotto di loro si riducono, inventano ogni genere di menzogna e di calunnia per condannare l’opera degli ultimi giorni di Dio Onnipotente, in modo da tutelare il proprio prestigio e le proprie fonti di reddito. È così che essi ingannano e spaventano i fratelli e le sorelle, rendendoli timorosi nel cercare, esaminare e accettare l’opera di Dio negli ultimi giorni; il loro intento consiste nell’imprigionare e tenere perennemente sotto controllo le loro congregazioni. Da ciò capiamo che i leader delle varie confessioni sono i farisei dei tempi moderni svelati dall’opera degli ultimi giorni di Dio. Essi inventano delle dicerie per proteggere il loro status e le loro fonti di reddito: hanno motivazioni e obiettivi ben precisi in tutto questo.

Se non siamo in grado di discernere queste menzogne inventate nei circoli religiosi e le seguiamo ciecamente, allora ci poniamo dalla parte di coloro che calunniano, oppongono resistenza e intralciano l’opera di Dio. Tutto questo non soltanto causa la perdita della salvezza di Dio negli ultimi giorni, ma trasforma gli individui in bersagli della ripugnanza di Dio, del Suo rifiuto e del Suo castigo. È proprio come l’opera svolta dal Signore Gesù tra il popolo ebraico, in cui i farisei inventavano ogni genere di menzogna e di calunnia contro di Lui, sostenendo, per esempio, che la facoltà del Signore Gesù di scacciare i demoni era dovuta unicamente al fatto che Egli evocava il loro principe, Belzebù, oppure affermando che Egli Stesso era posseduto dai demoni e rilasciando altre dichiarazioni blasfeme di questo tipo. A causa delle menzogne e delle dicerie dei farisei, e dato che erano privi di discernimento e non studiavano con attenzione l’opera e la parola del Signore di Gesù, molti Ebrei imboccarono la malvagia strada della resistenza nei confronti di Dio, accettando ciecamente le menzogne inventate dai farisei e unendosi a loro nell’abbandonare e nell’uccidere il Signore Gesù. I farisei diffusero falsità, calunniarono Dio e Lo bestemmiarono, e possiamo tutti intuire che fine fecero; ma che dire degli Ebrei che presero per vere quelle menzogne e calunnie? La loro fine non fu forse altrettanto tragica? Essi subirono una distruzione su scala nazionale senza precedenti e il popolo ebreo si disperse ai quattro angoli del globo. Non ebbero una casa a cui fare ritorno per 2.000 anni. Non sono forse queste le conseguenze di avere preso per vere le menzogne dei farisei e di essersi opposti a Dio? Dunque, capiamo che chi crede in Dio senza un cuore devoto, chi non cerca o non esamina la nuova opera di Dio e chi crede facilmente alle bugie diventa complice di Satana e dei malvagi che resistono a Dio. Alla fine, affonda nella distruzione, perché si è opposto a Dio. Tutto questo ha adempiuto quanto è scritto nella Bibbia: “Il mio popolo perisce per mancanza di conoscenza” (Osea 4:6). “Ma gli stolti muoiono per mancanza di senno” (Proverbi 10:21).

Nella Bibbia è scritto che i demoni mentono sin dall’inizio. Dire il falso e calunniare sono due trucchi tipici a cui ricorre Satana per opporsi a Dio e ingannare la gente, e, al loro interno, si celano le sue malevole intenzioni e la sua scaltrezza Tuttavia, la saggezza di Dio è sempre un passo avanti rispetto agli inganni di Satana. Quest’ultimo non soltanto non è in grado di rovinare l’opera di Dio, ma, al contrario, le rende servizio. Proprio come quando i capi dei sacerdoti ebraici, gli scribi e i farisei cercavano con tanto accanimento di opporsi e di condannare l’opera del Signore Gesù; essi cospirarono con Roma per far crocifiggere il Signore Gesù, pensando, in tal modo, di riuscire a portare a buon fine le loro trame e di annientare l’opera del Signore Gesù; ma, con loro grande sorpresa, il Signore Gesù disse: “È compiuto”. Questo ci dimostra che Dio ha usato i trucchi di Satana per realizzare il Suo piano di gestione e completare la Sua redenzione del genere umano. Oggi succede la stessa identica cosa. Sebbene nelle varie confessioni ci siano dei leader che non si fermano davanti a nulla pur di inventare menzogne e dicerie, così da opporre resistenza all’opera degli ultimi giorni di Dio Onnipotente, non soltanto tutto questo non è in grado di danneggiare l’opera di Dio, ma, anzi, contribuisce alla realizzazione della Sua opera negli ultimi giorni: l’opera che consiste nel raccogliere e passare al vaglio, nel separare i chicchi di grano dalla pula, le pecore dalle capre, per classificare l’uomo in base alla sua categoria di appartenenza, premiare i buoni e punire i cattivi. Attraverso la nostra esperienza reale, abbiamo compreso che le menzogne del governo del PCC e del mondo religioso hanno ingannato alcuni fratelli e sorelle che non capiscono la situazione reale. Malgrado ciò, cercando ed esaminando l’opera di Dio degli ultimi giorni e leggendo le parole di Dio Onnipotente, le persone che credono sinceramente in Dio e amano la verità, capiscono con chiarezza che la vera via è oggetto di oppressione da tempo immemorabile. Esse si rendono conto che più il governo del PCC e il mondo religioso vi si oppongono e la condannano, più si tratta della vera via e che, in tal modo, essi volgono le spalle a Dio. Ma coloro che detestano e odiano la verità in modo sventato ascoltano le menzogne e le dicerie e seguono gli altri, perché amano il male e adorano il potere. Di conseguenza, si ritrovano impigliati in una rete di bugie e sono bloccati fuori dai cancelli del regno. Questo non è forse frutto della saggezza e dell’onnipotenza di Dio? Le menzogne possono tenere saldamente insieme la “pula”, ma queste bugie non fanno la stessa cosa con i “chicchi di grano”. Il vento soffia via la pula, mentre alla fine i semi rigonfi saranno raccolti e riposti nel granaio. In questo modo, gli inganni di Satana finiscono per essere solo gli strumenti, gli oggetti posti al servizio del completamento dell’opera di Dio negli ultimi giorni, che consiste nel classificare l’uomo in base alla sua categoria di appartenenza, come anche nel premiare i buoni e punire i cattivi. L’opera di Dio è davvero meravigliosa e imperscrutabile.

Giunti a questo punto, confido nel fatto che abbiate guadagnato una certa conoscenza riguardo alla causa delle dicerie, alla loro sostanza e alla loro pericolosità! E, ormai, l’opera di Dio Onnipotente negli ultimi giorni ha raggiunto nuove vette mai toccate prima d’ora; essa si avvicina alla sua gloriosa conclusione e Dio Onnipotente Si rivelerà, perché tutte le nazioni e tutti i popoli Lo vedano. In un tempo cruciale come questo siete disposti a perdere la vostra vita solo perché vi siete fatti imbrogliare da qualche diceria? Siete disposti a mancare per un soffio la salvezza di Dio degli ultimi giorni a causa di ciò? Ritengo che qualsiasi persona intelligente avrà certamente la saggezza di fare la scelta giusta.

Contenuti correlati

  • Una grande scoperta: le cinque profezie della Bibbia sul ritorno del Signore si sono compiute

    Questo articolo fornisce un resoconto oggettivo delle profezie e del loro adempimento riguardo al ritorno del Signore Gesù così come scritto nella Bibbia. Il suo scopo è quello di permettere al lettore di proclamare, sulla base dell’adempimento della profezia biblica, la realtà del ritorno del Signore, e poi di continuare a cercare e indagare sul Suo ritorno, essere come una vergine saggia nell’accogliere il Suo ritorno e ottenere la vita eterna.

  • Il Signore Gesù Stesso profetizzò che Dio Si sarebbe incarnato negli ultimi giorni e che sarebbe apparso come il Figlio dell’uomo per operare

    Gesù disse di tornare come era partito, ma sai il vero significato delle Sue parole? Potrebbe davvero avervelo detto? Sai solo che Lui tornerà come era partito su una nuvola, ma sai esattamente come Dio realizza la Sua opera? Se tu fossi davvero in grado di capire, ebbene, come andrebbero spiegate le parole di Gesù? Egli ha detto: “Quando il Figliuol dell’uomo verrà negli ultimi giorni, nessuno li sa, neppur gli angeli nel cielo, né il Figliuolo, ma solo il Padre sa, cioè, solo lo Spirito sa”. Se tu sei capace di sapere e di capire, non ti sembrano parole vuote? Persino il Figlio dell’uomo non lo sa, dunque, lo puoi conoscere tu? Se avessi visto con i tuoi stessi occhi, quelle parole non sarebbero state dette invano? E cosa ha detto Gesù all’epoca? “Ma quant’è a quel giorno ed a quell’ora nessuno li sa, neppure gli angeli dei cieli, neppure il Figliuolo, ma il Padre solo. E come fu ai giorni di Noè, così sarà alla venuta del Figliuol dell’uomo. … Perciò, anche voi siate pronti; perché, nell’ora che non pensate, il Figliuol dell’uomo verrà”. Quando quel giorno arriverà, non lo saprà Lui Stesso. Il Figlio dell’uomo Si riferisce al Dio che Si è fatto carne, che è una persona normale e comune. Se non lo sa Lui Stesso, come lo sapresti tu?

  • Lo Spirito della verità è già venuto "Dal trono scorre l'acqua della vita" - Trailer ufficiale

    Lo Spirito della verità è già venuto "Dal trono scorre l'acqua della vita" - Trailer ufficiale Tao Wei era una predicatrice di una chiesa domestica. L…

  • "Il mio sogno del regno celeste" Trovare il cammino verso il Regno dei Cieli - Trailer ufficiale

    Proprio mentre un pastore sudcoreano sta aspettando con ansia la venuta del Signore, viene a sapere del Lampo da Levante, il quale è sorto in Cina e t…